Una finestra sul Molise

Una finestra sul Molise: un nutrito gruppo di molisani è salito a Roma, il loro fiero capofila: Bobo, chef prestigioso di Guglionesi

Il suo aspetto burbero è ancor più evidenziato da una ormai incerta capigliatura rossa e da un pizzetto che ricorda qualche personaggio dell'impero cinese

Ma quel che conta è il suo cuore, Bobo è di animo gentile e affabile, che in cucina si traduce in amore infinito per il prodotto e la sua elaborazione, la sua è conoscenza profonda della materia e della tecnica, attento alla tradizione locale e alla cultura semplice della gente Molisana, che Bobo spesso traduce in mirabolanti proposte.Altro alfiere del gusto molisano Luigi Di Maria, che ha affiancato lo chef supportandolo con i suoi formaggi unici, tutti prodotti da Vacche di razza Podolica allevate allo stato brado sui prati di Colle dell’Orso, non solo formaggi ma anche salumi unici sono usciti dalla bisaccia del Di Maria.Tutti prodotti eccellenti trasformati in pregevoli piatti dalle mani sapienti di Bobo.La cucina di Bobo sulla piazza di Roma si è declinata con alcuni piatti tutti rigorosamente attenti alla tradizione molisana, come le lasagne in brodo di manzo e pollo e polpette, formidabile.I romani, solitamente piuttosto difficili da soddisfare con l’agnello, per loro è e resta solo abbacchio, non hanno potuto dire nulla sull’agnello cotto sotto la coppa (coperchio), anzi ho visto molti leccarsi baffi e, soprattutto, le dita

Le patate all’origano fresco sono state una vera sorpresa come il tiramisù di ricotta

Grazie Bobo e grazie Luigi

Venite ancora a Roma, venite nuovamente a convertire il popolo della capitale alla religione della vostra gastronomia.Se desiderate provare la cucina molisana consultate La Gola in Viaggio, la guida ai ristoranti in Molise