Ricetta dello sgroppino

Ricetta dello sgroppino: cos'è innanzitutto, un gelato, un sorbetto

Lo sgroppino viene servito a metà pasto ma può essere anche gustato a fine pasto come dessert

Esistono diversi modi per prepararlo, che si differenziano per il contenuto alcolico o per altre sfumature di gusto, ma tutti hanno prevalentemente come protagonista il gelato al limone.

Molto utilizzato come alternativa al sorbetto al limone, lo sgroppino è sicuramente uno dei dessert preferiti in occasione di grandi pranzi o cene come intermezzo per preparare il palato al gusto di nuove portate a base di pesce o carne

L'origine dello sgroppino ci porta in Veneto, culla della definizione 'sgropin'

Queste origini sembrano essere radicate nei continui scambi commerciali tra la Repubblica marinara di Venezia e l'oriente

Nel 16mo secolo lo sgroppino fa la sua prima apparizione ufficiale in veste di ricetta anche sulle tavole nobiliari degli aristocratici veneziani, già come intermezzo tra menu a base di pesce e di carne, per preparare il palato al sapore di piatti diversi.

Col tempo lo sgroppino si è caratterizzato con una sua fisionomia, diversa dal tradizionale sorbetto (concepito come un analcolico, anche se nessuno impedisce di aggiungere vini, liquori e distillati e senza latte); lo sgroppino ha un contenuto di alcol ed è caratterizzato dalla presenza di latte

Anche il sorbetto, malgrado le differenze, viene portato come intermezzo o a fine pasto come digestivo

Lo sgroppino o il sorbetto fanno la loro comparsa sulle tavole imbandite a festa tra un menu e l'altro in occasione di matrimoni e comunioni

Se hai curiosità di come poter preparare questo sfiziosissimo dessert, adatto alla stagione estiva perché fresco e al sapore di limone, consulta la ricetta dello sgroppino al limone.