La cucina siciliana

Sospesa tra passato e futuro, incantata dalla sua stessa bellezza e inebriata dai suoi profumi e dai suoi aromi, la Sicilia è una terra magica. Magica è anche la sua cucina, che conserva traccia delle tradizioni dei tanti popoli che l’hanno attraversata.


La cucina siciliana è una cucina ricca di storia, dove non manca mai l’olio d’oliva come condimento e le tante erbe aromatiche che crescono copiose nell’isola: basilico, origano, finocchietto selvatico, rosmarino ma anche pinoli, uva passa, scorza d’arancio, capperi, aglio e cipolla.


Un posto di rilievo occupa la cosiddetta gastronomia da strada: piatti veloci e poco costosi come le gustose panelle, pane con la milza, fritti in pastella e arancini.


La pasta occupa un posto di prestigio nella cucina siciliana. Famosa in tutto il mondo la Pasta alla Norma o la Pasta con le sarde. Ma il piatto forte della cucina siciliana è senz’altro il pesce di cui è ricco il mare che circonda l’isola. In particolare il pesce azzurro che è il principe delle tante ricette della cucina siciliana.


Alici, sardine, sgombro e tonno abbondano nel mare siciliano e quindi sulle tavole dell’isola.


Un pesce leggero, ricco di proteine e acidi grassi polinsaturi tra cui gli omega 3, indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo e in grado di abbassare il livello dei grassi e del colesterolo nel sangue, come ad esempio questi due piatti gustosi e ricchi di salute: involtini di pesce spada , sarde alla beccafico.

Le ricette proposte dal Distretto Produttivo della Pesca e Pescaturismo Siciliae


Involtini di pesce spada
Fantasia di pesce spada fresco
Involtini di sarde
Spaghetti agli scampi
Gamberetti marinati al limone
Tonno ai pistacchi di Bronte