Insalata di alghe

Insalata di alghe: un piatto tipico della cucina cinese, semplice da preparare.

Kombu, Dulse, Nori: semplicemente alghe..

con le quali prepariamo la nostra insalata.

 

Ingredienti sono: 1 cucchiaino di peperoncino rosso; 1 cucchiaino di aceto di vino di riso; 1 cucchiaino di salsa di soia; 1 cucchiaino di olio di sesamo; sale q.b.;  1 cucchiaino di miele o zucchero; 1/2 cucchiaino di semi di sesamo bianco. 

Preparazione Scaldare una pentola di acqua e portare ad ebollizione.

Lessare le alghe secche per circa 3 minuti o fino a che diventino morbide.

Scolare l'acqua e spremere quella in eccesso dal alghe.

Mettere da parte e lasciate raffreddare.

Aggiungere tutti gli ingredienti e condimenti in alghe e mescolate bene.

Riporre in frigorifero e servire freddo.

 

Le alghe sono sconosciute al nostro stile alimentare prettamente mediterraneo, ma sono arrivate sulle nostre tavole con la tendenza del cibo multietnico l'introduzione della multietnia nel nostro modo di mangiare: le troviamo infatti nelle zuppe cinesi o nel sushi giapponese

Da un punto di vista nutrizionale sono una vera e propria risorsa, infatti le alghe contengono una percentuale di iodio 10.000 volte superiore a quella presente nell'acqua di mare , 20 grammi di alghe coprono la dose media raccomandata di tale elemento

Le alghe contengono acidi grassi Omega 3 , gli acidi buoni e una buona dose di proteine (sono quindi adatte ad una alimentazione vegetariana)

Sono ricche di betacatotene , che stimola la produzione di vitamina A, protettrice del sistema immunitario e contengono vitamine del gruppo B e vitamina C

Anche il ferro è presente in notevoli quantità, in 15 grammi di alcune alghe secche vi è la stessa quantità di ferro che si può trovare in 700 grammi di spinaci

Le alghe svolgono una potente azione antiossidante , dovuta in parte alle fucoxantine in esse contenute e in parte ad altre sostanze non ancora identificate.

Secondo alcuni studi le alghe forniscono protezione nei confronti del tumore alla mammella grazie alla presenza di iodio e selenio; studi effettuati sugli animali indicano che lo iodio viene trasportato dal sangue nelle cellule mammarie dove causa apopotosi (autodistruzione delle cellule tumorali)

Non solo ma uno studio condotto in Canada ha dimostrato che le alghe riducono il rischio di contaminazione da metalli pesanti.