Impasto per la pizza

Come fare l'impasto per la pizza

Lo chef Elis Marchetti ci mostra come fare l'impasto per la pizza, ormai diffusa in quasi tutto il mondo, ma sempre considerata originaria, anzi un vero e proprio simbolo, della cucina italiana ed in particolar modo della cucina napoletana

E a proposito di cucina napoletana, eccovi subito una bella ricetta che potete sperimentare al volo, dopo aver conosciuto i segreti dell'impasto per la pizza.

Ingredienti per 4 o 5 pizze

1/2 lt di acqua

1 kg circa di farina

25 gr di sale

10 gr di zucchero

100 gr di pasta del giorno prima (pasta di riporto*)

3 gr di lievito

olio extravergine q.b.

50 gr di burro o un cucchiaio di strutto fuso

Preparazione della pizza

In una ciotola capiente versare l'acqua e sciogliere con una mano il lievito e quindi la pasta di riporto.

*La pasta di riporto è pasta di pane da richiedere al panificio, e che aiuta la lievitazione della nostra pizza rendendola assolutamente più leggera e digeribile

Dopo aver sciolto questi due ingredienti, sempre con la mano sciogliere lo zucchero e procedere unendo la farina a poco a poco, avendo cura all'inizio di sciogliere eventuali grumi.

Si formerà dapprima una pastella liquida poi man mano, con l'aggiunta della farina, si otterrà un panetto morbido al quale uniremo il sale, ancora farina e quindi l'olio extra-vergine d'oliva e lo strutto fuso (un cucchiaio).

Per chi non dovesse gradire, lo strutto può essere sostituito con 50 gr di burro.

Esaurita la quantità di farina fino ad ottenere un impasto bello morbido, concludere la lavorazione su un piano di lavoro infarinato, schiacciando appena la pasta e poi chiudendola a libro, un lembo da sinistra al centro e poi da destra al centro e quindi dall'alto al centro e dal centro ad arrotolare verso il basso.

Quindi rimettere in verticale la pasta, schiacciare e ripetere. Ottenuto il panetto, riporre su un piatto coperto da un panno e far riposare per mezz'ora.

Riprendere il panetto, lavorarlo ancora con lo stesso metodo e far riposare per cinque minuti. Trascorsi i 5 minuti dividere la pasta in 4 e formare dei panetti, lavorandoli singolarmente sempre con lo stesso metodo.

Far lievitare per 6 o 7 ore.

Per spianare la pasta prendere una ciotola capiente, capovolgerla e infarinarla.

Spianare la pasta sulla cupola della ciotola facendo in modo che il bordo tutto intorno rimanga più spesso.

Trasferire in teglia, condire come si preferisce e infornare in forno ventilato preriscaldato alla temperatura massima per 4/5 minuti.

I consigli per un impasto della pizza perfetto

La pizza delle pizzerie è realizzata semplicemente con farina lievito acqua e sale; la croccantezza e morbidezza insieme dipendono dai forni professionali; questa ricetta invece prevede ulteriori ingredienti perchè in casa non disponiamo dei forni a temperature elevate come in pizzeria e quindi aiutiamo la lievitazione con qualche segreto e passaggio in più.

Il segreto per l'impasto della pizza

Quando si prepara l’impasto (sia esso della pizza, del pane o dolce), per verificarne lo stato di lievitazione, immergerne una pallina in un bicchiere d’acqua.

Quando viene a galla è pronto.

Paese che vai, pizza che trovi...

La pizza è una, ma vi sono tante varianti per assaggiarla con gli ingredienti più disparati, a seconda della provenienza regionale e delle diverse tradizioni locali.

La storia della pizza è legata a Napoli, città di origine di questa specialità.

Per questo motivo usiamo ancora l'espressione "pizza napoletana", proprio come sinonimo della pizza tonda, a prescindere dalle reali caratteristiche della tradizione partenopea.

Pizza alta o bassa?

La pizza di Napoli non è alta come si pensa, ha i bordi alti, definiti anche "cornicione", spesso farcito.

Il segreto di una buona pizzaNon servono grandi trucchi, ma semplici accorgimenti: fare attenzione alla lievitazione della pizza, al condimento, alla qualità degli ingredienti, e alla cottura.

Non dobbiamo inoltre dimenticare altri aspetti essenziali alla preparazione della pizza.

- Fare attenzione alla freschezza delle materie prime.

- L'acqua deve essere potabile e bollita prima di essere usata nel caso in cui vi sia la possibilità di un accumulo di calcare sul rubinetto.

- Il lievito deve avere una colorazione chiara, e deve essere friabile - oppure secco, di facile conservazione (che troviamo in bustine, granulare).

- Il sale da utilizzare deve essere sale marino, ideale per una lievitazione più lunga.

Insomma per quanto riguarda la lavorazione dell'impasto, le dosi e la modalità per preparare questo impasto di pizza, nella video ricetta c'è tutto, ma proprio tutto per stupire con un'ottima cena sfiziosa e veloce!

Il consiglio: l'impasto lievitato per la pizza non si conserva molto bene, né in frigo né in freezer

Potete provare a chiuderlo nella carta da forno e congerlarlo. Poi si può scongelare lentamente, in frigorifero.