Il prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP

Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP: iIl consorzio


Il Consorzio del Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP, costituito nel 1971 da un gruppo di produttori decisi a difendere questo classico prodotto dell'area euganeo-berica, comprende 11 produttori, appartenenti alle province di Vicenza, Padova e Verona.


Gli undici produttori che costituiscono il Consorzio, raggiungono livelli di produzione di circa 70.000 pezzi l'anno; si riconosce quindi l'importanza di quest'attività localizzata tra due aree altrettanto famose di produzione di prosciutti: San Daniele del Friuli e Parma.


Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP: l'area di produzione


L'area di produzione si estende su 15 comuni. La DOP Prosciutto Veneto Berico Euganeo viene riservata al prosciutto le cui fasi di produzione, dalla salatura alla stagionatura completa, hanno luogo nella zona tipica di produzione geograficamente individuata nel territorio ubicato tra i Colli Berici ed Euganei comprendente i comuni di Montagnana, Saletto, Ospedaletto Euganeo, Este, Noventa Vicentina, Sossano, Sarego, Lonigo, Alonte, Orgiano, Pressana, Roveredo di Guà, Poiana Maggiore, Barbarano, Villaga.


Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP: caratteristiche organolettiche


Le caratteristiche organolettiche e merceologiche del Prosciutto Veneto DOP dipendono infatti dalle condizioni proprie dell'ambiente di produzione e da particolari metodi della tecnica di produzione.


La pianura che si apre tra i Colli Berici e gli Euganei presenta aspetti omogenei per caratteri naturali ed ambientali. La presenza dei due gruppi collinari, infatti, condiziona l'andamento dei venti, la piovosità, la temperatura del luogo. L'equilibrio climatico risulta quindi ottimale per una buona stagionatura.


Ed è fin dall'antichità che l'evolversi delle stagioni asseconda climaticamente l'arte dei maestri salumieri. Al tempo infatti salatura, asciugamento e stagionatura avvenivano a temperatura naturale, beneficiando prima del freddo asciutto e, via via , di una crescente mitezza, finché nella buona stagione, i prosciutti venivano lavati all'aperto in grandi tini ed appesi alle viti, alle piante o a rudimentali rastrelliere per l'asciugamento. Da giugno in poi venivano distribuiti nelle migliori salumerie di città, pronti per il consumo.


Il territorio (nella quasi totalità ancora diviso tra aree a coltura e boschive) e l'economia prevalentemente agricola garantiscono un ambiente ecologicamente sano.


Nel 1981, con legge 4 novembre 1981 n. 628, arriva il primo riconoscimento da parte dello Stato sulla tutela della denominazione di origine "Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP".


Il decreto ministeriale del 6 aprile 1990, riconosce il consorzio quale organismo abilitato alla tutela del Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP.


Nel 1996 l'Unione Europea riconosce la D.O.P (Denominazione di Origine Protetta) al Prosciutto Veneto Berico Euganeo approvando il disciplinare di produzione con Reg. (CE) n. 1107/96, depositato per la registrazione ai sensi del Reg. (CE) n. 2081/92. Tale marchio garantisce lo strettissimo legame tra la produzione ed il territorio comunitario e premia l'impegno profuso dai produttori nella selezione della materia prima, nelle esclusive tecniche di salagione, nel lungo ma necessario periodo di stagionatura, nei controlli igienico-sanitari e qualitativi a cui si sottopongono.


Il suo sapore è elegante, vivo e pieno, la sua colorazione al taglio rosea. Tali caratteristiche derivano da un perfetto equilibrio tra tempi di salatura, peso del prosciutto, durata e condizioni di stagionatura.


Le sue caratteristiche organolettiche, il suo contenuto di sali, grassi e proteine lo rendono adatto a qualsiasi dieta alimentare.


Per il suo aroma delicato e personale, per la sua morbidezza, il Prosciutto Veneto DOP è una base ideale per preparare antipasti, primi e secondi piatti, contorni di elevato livello gastronomico.


Un ottimo incentivo per la crescita del sistema di filiera del prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP è sicuramente fornito dall'attività di comunicazione e divulgazione della DOP e quindi di valorizzazione della qualità.


Il Consorzio di Tutela del Prosciutto Veneto DOP da anni si adopera per la sua conoscenza tramite azioni di coinvolgimento collettivo (festa del Prosciutto Veneto DOP, partecipazione a fiere, campagne informative - divulgative, etc.) mirate a raggiungere un pubblico sempre più attento alla qualità e tipicità dei prodotti alimentari che acquista.


Grazie ai risultati ottenuti con i precedenti programmi di comunicazione ed informazione, il Consorzio intende ampliare le azioni di divulgazione e dare continuità alle iniziative avviate con successo nel corso degli ultimi anni, con lo scopo principale di far conoscere ad un più ampio pubblico il maggior valore aggiunto che la Denominazione di Origine Protetta dà al Prosciutto Veneto DOP.


Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP: le manifestazioni


FESTA DEL PROSCIUTTO: Questa manifestazione, ideata nel 1997, sostenuta anche dal Consorzio del Prosciutto Veneto DOP, in collaborazione con il Comune di Montagnana ed C.C.I.A.A. di Padova, Pro Loco, Provincia di Padova), si è rilevata nel corso delle sue scorse edizioni, uno strumento di grande efficacia per valorizzare il territorio della Bassa Padovana ed i suoi prodotti di qualità, in particolare del Prosciutto Veneto Berico Euganeo a marchio D.O.P., considerato il "Re di Montagnana".


La Festa del Prosciutto Veneto DOP si ripropone nel mese di maggio di ogni anno, come un appuntamento di primo piano a livello regionale e nazionale del turismo culturale ed enogastronomico.


La manifestazione registra ad ogni edizione risultati importanti sia in termini di successo di pubblico, sia di valorizzazione dell'immagine anche attraverso l'attenzione dei media locali e nazionali.


In tutte le edizioni, durante le tre giornate in cui si svolge l'evento, vengono allestiti chioschi di degustazione, laboratori del gusto (degustazioni guidate di prosciutti di varia stagionatura), "Il villaggio della tipicità" (il mercatino dei prodotti tipici e dell'artigianato locale) e il Grande Mercato dell'Artigianato e del Collezionismo; vengono organizzate visite guidate alla Città Murata di Montagnana; vengono inoltre realizzati eventi speciali quali la festa di inaugurazione. Il tutto è accompagnato da animazione per bambini e adulti, spettacoli musicali e di intrattenimento con impianto fonico permanente per la diffusione di musica di sottofondo.