Il formaggio di fossa

Il formaggio di fossa è uno dei formaggi che ha ottenuto recentemente la Denominazione di Origine Protetta e il territorio di provenienza di questo formaggio è Sogliano al Rubicone, in provincia di Forlì, che si estende tra le colline romagnole e finisce dove iniziano le terre del Montefeltro. Qui l’allevamento di ovini e bovini con relative produzioni di latte e formaggi è stato per secoli la fonte principale di reddito.


Già in età imperiale i formaggi prodotti in questa zona, erano molto apprezzati: nei suoi Epigrammi, Marziale ricorda le mete sarsinati, cioè le caciotte prodotte nella vicina Sàrsina, località che ha dato anche i natali a Plauto. E molto bene ne parla anche Plinio il Vecchio nella sua Naturalis Historia.


Dagli antichi romani in poi la produzione di formaggi in queste zone ha vissuto alterne vicende. Poi un giorno qualcuno ha inventato la prima fossa e il formaggio da semplice come era è diventato qualcosa di straordinario. Sia al palato, sia per la ricchezza di storia e tradizioni che porta con sè.


Ricette con il formaggio di fossa


Gnocchi al formaggio
Bignè al formaggio infornati 
Bocconcini di formaggio stagionato con salsa di miele