Il Capodanno cinese!

Oggi 3 febbraio cade il Capodanno cinese 2011 che dà inizio al 4.709 anno cinese ed entriamo nell'anno del coniglio!

 

Questa festività è una delle più importanti della tradizione cinese, e celebra per l'inizio del nuovo anno secondo il calendario cinese.

 

I festeggiamenti per il Capodanno Cinese hanno inizio con la fase lunare e continuano per due settimane fino a quando il calendario lunare mostra la luna piena

E' in questo momento che i festeggiamenti si fanno più importanti a Pechino come anche in altre città, Corea, Mongolia, Vietnam, Nepal, e in tutte le altre comunità cinesi nel mondo.

  

Curiosità: il Capodanno Cinese viene definito "Festa di Primavera" perché segna l’inizio dell’allungarsi delle giornate e del risveglio della natura.

Durante le due settimane di festa, secondo tradizione si trascorre maggiore tempo con la propria famiglia, con i parenti, e gli amici più stretti.

Ci si veste per lo più di rosso e si addobbano le case con oggetti portafortuna raffiguranti dei pesci

Sulle porte si affiggono motti beneauguranti dipinti su tela o carta; come anche nodi di stoffa rossa

Alle porte si appendono anche delle lanterne rosse realizzate in carta di riso, poi portate in giro per le strade durante l’ultimo giorno del Capodanno cinese, cioè durante la festa delle lanterne, che coincide con la prima serata di luna piena del nuovo anno (secondo il calendario lunare).

La festa delle lanterne prevede una manifestazione spettacolare per la varietà di forme e dimensioni delle lanterne, a formare paesaggi, draghi e personaggi. Durante la festa della lanterne è tradizione mangiare il YuanXiao, un dolce a base di farina di riso, in versione dolce e salata

I festeggiamenti terminano quando viene dato fuoco ad enormi lanterne a forma di drago.

 

Come anche per noi, durante le feste, la tradizione vuole che ci si scambi dei regali: si tratta di soldi sotto forma di monete, regalati dentro pacchetti rossi.

Il numero delle monete donate deve essere sempre pari, ma evitando il 4 e i suoi multipli, perché ricordano, per assonanza, il termine "morte". Solo l’8 è invece considerato un numero fortunato.

 

La cena della vigilia

Molto simile ai nostri cenoni della Vigilia di Natale e di Capodanno, nella sera che precede l’inizio del nuovo anno, tutta la famiglia si riunisce a casa del parente più grande

E si mangia pollo e pesce (ritenuto portare fortuna e abbondanza nel nuovo anno).

Oltre a questi piatti, il menù prevede anche: insalata con alghe, dei ravioli con la forma di lingotti; una torta di riso, dei mandarini e semi di melone.