I metodi di conservazione della verdura

La conservazione casalinga della verdura si affida a metodi molto semplici: sottolio, sottaceto o al naturale, è possibile far durare per mesi la freschezza e il gusto delle verdure di stagione

Basta preparare con le proprie mani le conserve, recuperando una tradizione antica che merita di essere riscoperta per avere sempre prodotti genuini, unendo al piacere di cucinare quello di creare originali regali per ogni occasione

Un passatempo che richiede meno impegno di quanto si possa immaginare, seguendo poche, semplici indicazioni

Per ottenere una conserva di qualità la prima cosa da fare è scegliere con cura le materie prime, tenendo bene in considerazione la stagionalità dei prodotti, preferendo le verdure dell'orto a quelle coltivate in serra

Ancora meglio sarebbe usare gli ortaggi provenienti da colture biologiche, e quindi non trattati chimicamente

Quanto agli strumenti necessari, è sempre bene preferire pentole in acciaio per la cottura, evitando in ogni caso l'alluminio

Lasciando, infatti, cibi acidi in pentole di alluminio, potrebbero annidarsi microbi all'interno dei piccoli fori o fessure che si formano di frequente nei recipienti fatti di questo metallo tenero

Indispensabile l'uso di vasi di vetro sterilizzati e delle speciali retine di plastica che trattengono verso il basso gli ortaggi, per agevolare la chiusura con il tappo ermetico

Possono far comodo anche una bilancia, una caraffa graduata, uno scolapasta per lavare le verdure e, se si preparano grandi quantità di conserve, anche uno sterilizzatore elettrico.Come sterilizzareSterilizzando si ottiene una conservabilità maggiore rispetto alle altre tecniche

E' un passo molto semplice ma fondamentale: si sistemano sul fondo di una capace pentola i barattoli di vetro ermeticamenti chiusi e avvolti in canovacci; si aggiunge poi acqua fredda sino a coprirli interamente, si copre la pentola con un coperchio e si porta ad ebollizione

Si lascia bollire i barattoli per il tempo necessario, dopodichè si spegne e si lascia raffreddare il tutto, prima di estrarre i recipienti

Quindi si asciugano e si ripongono per la conservazione in dispensa.Una volta sterilizzati i barattoli, possiamo procedere alla scelta della tecnica di conservazione preferita: al naturale, sottaceto, sottolio, sottosale o in salamoia, o per i più pazienti tramite essiccazione