Granita di mandorle

Quando si parla di granita viene subito in mente la classica colazione estiva preferita da siciliani e non.Originariamente, questa prelibatezza, veniva preparata utilizzando la neve (conservata nei pagliericci) , che quando era il momento di servire veniva innaffiata con sciroppi Oggi, per fortuna, è molto più semplice!

Chi non si è mai fatto ammaliare da una granita di limone, o al caffè con panna, o una granita di mandorle, immancabilmente accompagnate dalle sicilianissime "brioche col tuppo"

Credo in pochi!

Santo e Addolorata ci svelano a Masseria Sciarra il segreto per preparare una gustosissima granita per 2 persone, utilizzando ingredienti semplicissimi: 100 gr di mandorle pelate, 50 gr di ghiaccio, 50 gr di zucchero a velo, un pizzico di vanillina.

Per la preparazione: frantumate il ghiaccio e le mandorle sino a renderlo simile a neve in un potente robot da cucina (tipo bimby)

Unite lo zucchero a velo e la vanillina e continuate a tritare (in alternartiva potete usare lo zucchero normale ma in questo caso esso va tritato per primo, cosi come se usate il miele dovete mettere tutto insieme)

Non esagerate con il frullatore altrimenti diventa latte di mandorla e non granita, per regolarci dobbiamo assaggiare di tanto in tanto.

Ed ecco che in pochi attimi è pronto il ripieno della brioche col tuppo, tipica delle colazioni siciliane.