Cucina brasiliana: menu tipici

La cucina brasiliana, varia quanto quella italiana, è una deliziosa miscela di tre culture distinte che danno vita a piatti e prelibatezze che non si trovano in nessun'altra parte del mondo.


Le origini dei piatti brasiliani


Per capire le origini dei piatti brasiliani, si deve capire un po' della sua storia. La base della sua cucina ha radici indigene, a parte gli alimenti veri e propri dei brasiliani nativi (manioca, patate, pesce e carne) porta anche il marchio di altri 2 popoli: il portoghese che è venuto a conquistare e gli schiavi africani che a suo tempo lavoravano nelle piantagioni di zucchero e caffè. Il risultato della cucina brasiliana è quindi un mix perfetto delle tre influenze che si intrecciano in uno stile unico.


Cucina brasiliana: frutta, pesce e carne


La vera e propria dieta brasiliana è a base di frutta, pesce e carne. Il piatto tipico per antonomasia è la feijoada, un piatto famosissimo preparato solo il mercoledi' ed il sabato, a base di riso e fagioli neri, a cui si aggiunge carne di maiale e di manzo. E' molto grasso, ma indubbio di sapore!


Il pesce, soprattutto nella zona del nord-est, si trova in abbondanza, e sono molto apprezzati il caranguejo (granchio) e i gamberetti. Uno degli ingredienti più comuni usati nella cucina brasiliana è la manioca: considerata come la 'farina' della regione, ed è presente in un modo o nell'altro in quasi tutti i pasti.
Altri alimenti immancabili sulle tavole brasiliane: fagioli, noci di cocco, olio di Dendi, baccalà, riso e limone. I fagioli, localmente chiamati feijão, in questa zona esotica li troviamo in un ampio spettro di colori e forme: fagioli neri, marroni, rosa, ceci e piselli dagli occhi neri. Il cocco (cuco) è molto utilizzato nelle zuppe oppure come bevanda. L'olio Dendi (azeite de Dendi) è un estratto tropicale di palme e colora gli alimenti di arancione. I merluzzi ed i gamberi sono solitamente consumati essiccati in antipasti, primi piatti e anche dolci. Il riso in stile brasiliano (Arroz Brasileiro o arroz semplici) viene aromatizzato con aglio, olive nere o pomodori.
Il clima tropicale del Brasile spiega l'abbondanza di frutti esotici quali: l'ananas, la papaya, il mango, il cocco verde da cui si beve il succo, il tamarindo, la goiaba e altri tipici dell'Amazzonia. Anche se il Brasile è il paese del caffé, si rimane molto delusi nel berlo. Ciò è dovuto al sistema diverso di torrefazione. Non per nulla le migliori miscele vengono torrefatte in Italia! Ottime invece le innumerevoli bibite a base di frutti tropicali: la bevanda tipica per eccellenza è la caipirinha, fatta con zucchero, lime e cachaça (grappa derivata dalla canna da zucchero). Fra gli analcoolici famosissimo il guaranà, una sorta di estratto di frutta molto dolce e usato anche come energizzante.


I ristoranti tipici brasiliani vengono chiamati le "churrascarie" dove si inizia con antipasti freddi e caldi al buffet a base di carne, pesce, riso, pasta, frutta e verdura e si mangia al tavolo una quindicina di tipi di carne differenti cotti alla brace (Churrasco), serviti al tavolo su di uno spiedo che il cameriere affetta al momento direttamente nel piatto.


I brasiliani e il cibo
L'atteggiamento tipico del brasiliano verso il cibo è l'espressione di un popolo accogliente e aperto, per cui l'alimentazione e la condivisione del cibo è la base dell'ospitalità. La cucina brasiliana è come la sua gente: tutti sono i benvenuti, tutti sono accolti e tutti possono lasciare il loro segno - senza mai opprimere i contributi degli altri.


Le ricette brasiliane


Primi e secondi piatti


Pollo al cocco
Riso alla brasiliana
Spiedini di pollo al cocco


Cocktail


Caipirinha
Batida de cocco: cocktail brasiliani