Come conservare la verdura

Come Conservare la Verdura per Farla Durare più a Lungo

Conservare la verdura nel miglior modo possibile è essenziale, perché non dovrebbe mai mancare nel nostro frigorifero. Ogni verdura ha una sua peculiarità nella conservazione, ma ci sono dei piccoli consigli che posso aiutarci nella quotidianità. 

Una delle prime regole è tenere seperate frutta e verdura, questo perché la maggior parte dei frutti emettono etilene gassoso, una sostanzache fa maturare frutta e verdura con cui entra a contatto. Dunque questo può causare una minore durata di conservazione delle verdure, non a caso i frigoriferi moderni hanno giustamente scomparti separati.

Come conservare le verdure in freezer

(descrizione)

Anche se pensiamo sempre che surgelare faccia perdere di genuinità i prodotti, in realtà surgelare le verdure è il miglior modo per conservarle. È il metodo di conservazione perfetto per mantenere le verdure sempre fresche e pronte all'uso, senza diminuirne i valori nutrizionali.
Quasi tutte le verdure verdi possono essere congelate, tranne cavoli, cetrioli, sedano, ravanelli o qualsiasi tipo di lattuga: questi tipi di verdure infatti, contengono un'alta concentrazione d'acqua e una volta scongelate potrebbero ridursi in poltiglia.  

Per conservare le verdure cotte in freezer, prima bisogna sempre farle raffreddare e togliere l'acqua che contengono. Da tener presente, per quanto riguarda le verdure cotte, che in freezer non dovrebbero rimanere per più di due settimane e quando si scongelano si devono mettere subito in pentola a riscaldare.

Altre soluzioni per conservare e congelare perfettamente le verdure, sia crude che cotte, sono il sistema sottovuoto e i classici contenitori ermetici, questi ultimi da scegliere esclusivamente per la conservazione e il congelamento delle verdure cotte.

Come consevare le verdure già tagliate

Tagliare le verdure implica molto tempo e allora capita spesso di tagliarle molto prima di cucinarle ed evitare che si anneriscano, oppure dobbiamo semplicemente conservare verdure già tagliate e che successivamente utilizzeremo.
Se la cottura è a distanza di pochi ore, uno dei trucchi utilizzati dagli chef, è mettere le verdure in frigo in contenitori con della carta bagnata e strizzata sopra, come dello scottex oppure un panno umido. C'è chi conserva le verdure anche nell'acqua ma c'è il rischio che potrebbero perdere di gusto.

(descrizione)

Se invece, volete conservare le verdure già tagliate in frigorifero per più tempo, potete metterle nei classici sacchetti freezer. L'unica accortezza è lasciare un po' d'aria e un pochino di acqua per farle rimanere umide.

Come conservare le verdure cotte

La verdura cruda e fresca è bene consumarla nell'arco di qualche giorno e va sempre conservata in frigorifero in conteniori per il cibo. Per la verdura cotta si consiglia la conservazione in frigorifero solo per 2 o 3 giorni. Stesso consiglio per il minestrone già cotto che non dura nel frigorifero per più di due giorni.
Come già detto prima, per conservare le verdure cotte in frigo, è consigliabile utilizzare contenitori di vetro.

Consigli per conservare le verdure di stagione

(descrizione)

  • Le patate: per farle durare più a lungo, l'ideale sarebbe conservarle in un ambiente buio, fra i 5 e i 10 gradi di temperatura. Una cantina sarebbe il luogo ideale.
  • L'aglio: anche l’aglio dura più a lungo se tenuto in un ambiente buio e fresco.
  • I limoni: a temperatura ambiente i limoni durano circa una settimana. Se conservati in sacchetti da frigo possono durare fino a un mese.
  • I pomodori: il consiglio è tenerli fuori dal frigorifero. Sono sensibili al freddo e possono perdere gusto e consistenza.
  • I peperoni: per farli durare più a lungo, si posso tagliare e conservare in freezer.
  • Sedano, broccoli e lattuga: non tutti sanno che per conservarli al meglio dovrebbero essere avvolti nella carta stagnola.
  • I funghi: solitamente i funghi vengono venduti già tagliati in vaschette di polistirolo avvolte da pellicola trasparente. Questo è uno dei migliori modi per conservarli e successivamente, dopo averli aperti, basta avvolgere un altro strato di pellicola lasciando dei piccoli spiragli per il passaggio d’aria.

LEGGI ANCHE:
Come conservare le verdure sotto sale e in salamoia