Burro nocciola: cos'è?

Burro nocciola: cos'è e come si ottiene


Si indica con il nome di burro nocciola, il burro che viene fatto fondere lentamente sul fuoco all'inerno in un pentolino. Una volta fuso, il burro così ottenuto va filtrato, attraverso un telo e poi scaldato nuovamente, finchè non acquista , per l'appunto, una colorazione nocciola.
Filtrare il burro, dopo averlo scaldato, è important eper eliminare i sedimenti che si formano durante la cottura e che sono dannosi. Una volta filtrato, però, il burro nocciola è certamente grasso, ma non è dannoso per la salute (come a volte erroneamente si legge)


Cosa avviene durante la preparazione? Avviene che il burro viene scaldato a una temperatura maggiori del suo punto di fumo (130° C), ed è questo che lo porta amodificare la sua colorazione naturale diventando nocciola e poi bruno.


Burro nocciola: perchè si utilizza in cucina


Il burro nocciola è utilizzato in cucina poiché il surriscaldamento prolungato produce sostanze aromatiche gradevoli al palato.
Si usa in cucina il burro nocciola principalmente per condire uova, insaporire e rendere morbide le carni vitello e di agnello o per condire piatti dal sapore delicato come pesci e verdure bollite.