Burro: falsi miti da sfatare

Sul burro se ne sono dette di ogni colore, ma vorremmo sfatare oggi qualche mito su questo alimento tanto demonizzato.
In realtà, se ben utilizzato, è assai importante per un’alimentazione corretta ed equilibrata.

Derivato del latte, di cui mantiene molte delle ottime caratteristiche, il burro è un alimento sano e nutriente, ricco di vitamina A e sali minerali. Proprio grazie alla vitamina A, favorisce la crescita e lo sviluppo ed è quindi indicato nell’alimentazione dei bambini e dei ragazzi.
È inoltre una delle poche fonti di vitamina D, importante per il metabolismo del calcio, che garantisce la buona salute delle ossa e un corretto sviluppo. I suoi particolari grassi a catena corta rendono il burro un alimento facilmente digeribile, rapidamente assimilabile e perciò particolarmente adatto a chi conduce una vita attiva o pratica sport. Per chi, insomma, necessita di alimenti a pronta disponibilità energetica.

Come è ovvio, proprio perché è costituito principalmente da grassi, il burro ha anche un elevato contenuto di colesterolo ma, se usato correttamente e con criterio, può tranquillamente entrare a far parte della nostra dieta. Per sfruttare al meglio le sue proprietà, basta, ad esempio, utilizzarlo crudo o fatto sciogliere su cibo caldo. Evitiamo invece di usarlo per friggere o come grasso di cottura, perché è proprio la cottura ad alterarne la composizione chimica e a renderlo meno digeribile.

Da sempre presente nella nostra tradizione culinaria, specie nelle regioni del Nord Italia, il burro viene usato nella preparazione di numerose portate proprio per il suo aroma particolare e inconfondibile. Re assoluto della pasticceria, trova un ampio utilizzo anche in piatti salati.

E arriviamo all'ultimo mito da sfatare, quello del burro vegetale, che secondo alcuni sarebbe migliore di quello tradizionale perché privo di colesterolo. E' un prodotto, però, che contiene in compenso grassi vegetali idrogenati, assai più pericolosi di quelli contenuti nel classico burro. Quindi usiamo pure tranquillamente il caro vecchuio burro, solo con un po' di misura... che in cucina non guasta mai.