Pesto genovese

Pesto genovese

Pesto genovese, il profumo della tradizione nel piatto

Il Pesto genovese, con il suo profumo di basilico e il sapore intenso di aglio e formaggi, è un condimento che non può mancare nelle cucine degli italiani

Pesto genovese, il re dei condimenti

Il Pesto genovese è senza dubbio uno dei condimenti più famosi e amati del nostro Paese.

Sebbene la sua storia sia relativamente recente (la ricetta appare per la prima volta nel 1852 nel testo Vera Cuciniera Genovese di Emanuele Rossi), tuttavia la sua preparazione rimanda alla tradizione medievale ligure, dove era molto diffuso l'uso culinario delle erbe aromatiche.

In particolare, il Pesto genovese sembra strettamente imparentato con l'aggiada, ovvero l'agliata, una salsa a base di noci e aglio che si preparava al mortaio.

Gli ingredienti tradizionali che compongono la ricetta del Pesto genovese sono praticamente rimasti invariati dalla metà dell'Ottocento a oggi e sono sette: basilico, pecorino sardo, parmigiano, pinoli, aglio, olio extravergine di oliva e sale grosso.

Selezionare la qualità migliore di questi prodotti è essenziale per rispettare gli equilibri della ricetta e preparare un Pesto genovese a regola d'arte.

Preparazione
Passo 1
Lavate le asciugate il basilico. Raccogliete gli spicchi di aglio, il basilico e i pinoli in un mortaio. Unite un pizzico di sale e iniziate a lavorare con un pestello di legno, ruotandolo contro le pareti. Quando il basilico inizierà ad amalgamarsi all’aglio e ai pinoli, unite man mano i formaggi grattugiati, accentuando il movimento rotatorio del polso. Infine, sempre continuando a lavorare, aggiungete a filo l’olio necessario a ottenere un pesto omogeneo. Mettete in vasetto, chiudete e conservate in frigo.

Dettagli

Tempo

20 minuti

Difficoltà

MEDIO

Cottura

Altro

Ingredienti

Regola porzione.
-
1
+
40 g Pecorino
80 g Parmigiano
1 cucchiaio Pinoli
q.b. Olio extravergine di oliva
q.b. Sale grosso