Mostarda di cedro

Vi proponiamo oggi la mostarda di cedro. Una mostarda dal sapore pungente, perfetta per i vostri piatti a base di carne, come arrosti o bolliti, ma squisita anche con i più svariati formaggi. La mostarda di cedro insomma, è ottima per portare in tavola un gusto unico al profumo agrumato. Qualche curiosità sul cedro... Le origini di questo antichissimo frutto sono da ricercare nella regione indiana. Probabilmente portati dagli ebrei nel III secolo a.c., vengono oggi coltivati soprattutto in Calabria, nella fascia costiera di Diamante. Impiegati in larga misura nell’industria farmaceutica per la produzione di olio essenziale, in cucina si consumano canditi oppure come succo. Particolarmente apprezzato per le sue proprietà antiossidanti e antitumorali.
Preparazione
Passo 1
Lavate e asciugate i cedri accuratamente. Tagliate ogni frutto in otto parti, seguendo il senso della lunghezza. In una pentola dal fondo spesso versate lo zucchero e il succo dei limoni; portatelo a ebollizione e lasciate cuocere per pochi minuti, unitevi infine la polvere di senape.
Passo 2
Disponete all’interno dei vasetti di vetro sterilizzati le fettine di cedro, avendo cura di porre la parte tagliata rivolta verso l’alto, versatevi quindi lo sciroppo ancora caldo fino a coprire. Chiudete i barattoli e attendete fino a che non si sia raffreddato.
Passo 3
Avvolgete i vasetti con alcuni canovacci e disponeteli in una pentola d’acqua, portate il tutto a ebollizione e lasciate cuocere per 40 minuti. Dopodiché lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

La mostarda di cedri, prima di poter essere consumata, dovrà riposare per almeno 1 mese in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce.

Dettagli

Tempo

15 minuti

Porzioni

600 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

Bollito o lessato

Ingredienti

Regola porzione.
-
600
+
5 Cedro
500 g Zucchero di canna
1 cucchiaino Senape
2 Limoni