Harissa piccante

La ricetta dell'harissa, salsa rossa e piccantissima di origine tunisina, un vero e proprio concentrato di peperoncini freschi, da conservare in dispensa e usare come una crema spalmabile (come la nduja) oppure per condire tante ricette africane e non solo. N.B Importante per la realizzazione di questa ricetta è indossare dei guanti nel momento in cui si andrà a lavorare i peperoncini. Inoltre, ogni volta che preleverete dal vasetto di Harissa un po’ di salsa, dovrete ripristinare il livello dell’olio, in modo che l’Harissa si conservi al meglio. Imma Gargiulo
Preparazione
Passo 1
Dopo aver indossato i guanti lavare i peperoncini ed asciugarli per bene. Eliminare i semi e il picciolo.
Inserire tutti i peperoncini in un frullatore con una manciata di sale, gli spicchi d’aglio e metà delle spezie e ridurli in purea.
Passo 2
Aggiungere poi i peperoni arrostiti al forno e spellati, il concentrato di pomodoro, l’aceto e le restanti spezie. Frullare ancora e lavorarlo fino a quando non si ottiene un composto liscio.
Passo 3
Trasferire la purea in una ciotola ed aggiungere l’olio extravergine d’oliva, aggiustare di sale e aceto.

 
Passo 4
A questo punto invasarla e ricoprire con un filo d’olio.
Passo 5
Questa salsa può essere conservata in frigo per un paio di mesi. Può essere tenuta in dispensa solo dopo aver sterilizzato i barattoli chiusi.
Basterà avvolgere i barattoli con degli strofinacci, inserirli in una pentola colma d’acqua. Portare a bollore l’acqua e farla andare per 30 minuti. Lasciar raffreddare i barattoli nell’acqua.

Dettagli

Tempo

20 minuti

Difficoltà

MEDIO

Cottura

In forno

Ingredienti

Regola porzione.
-
1
+
250 g Peperoncino
3 cucchiaini Cumino
q.b. Sale
3 cucchiaini Finocchietto selvatico
2 cucchiaini Paprica
4 Aglio
100 g Peperoni rossi
2 cucchiai Concentrato di pomodoro
2 cucchiai Aceto di vino rosso
4 cucchiai Olio extravergine di oliva