Galantina di Pollo

Galantina di Pollo

Tradizione e fantasia in un piatto dalle origini antiche

La Galantina di Pollo è un piatto tradizionale della cultura contadina, povera di grassi e ricca di sapore grazie al ripieno di prosciutto, mortadella, pistacchi, tartufi e uova. La lunga cottura in abbondante brodo vegetale esalta la leggerezza del piatto

Prelibata Galantina di Pollo per le tavole delle feste

La galantina di pollo non è un piatto difficile da preparare, ma è laborioso e necessita di un po' di tempo. Per questo è consigliabile cucinarlo con un giorno d'anticipo, come insegnano nella zona del bolognese, dove la galantina di pollo affonda le proprie radici culinarie. In genere la galantina di pollo è servita sulla tavola delle feste, essendo un piatto elaborato e ricco.

Tante sono le regioni che si contendono la paternità di questa ricetta dalle origini antichissime, risalente certamente almeno al Medioevo. Non stupisce, perciò, che di località in località gli ingredienti per la preparazione del ripieno vedono delle varianti, come pure il periodo dell'anno preferito per consumare questo secondo versatile, sano e gustoso. La galantina di pollo è un piatto delle festività e dei pranzi domenicali.

Il ripieno ricco di carne di manzo e maiale e la consuetudine di consumarlo tiepido o freddo lo rendono perfetto anche per i periodi più caldi. Accompagnato da un'insalatina mista può divenire un ottimo piatto unico, nutriente e leggero al tempo stesso grazie al modesto apporto calorico e al basso tenore di grassi, un'idea sfiziosa per arricchire il buffet. Scopriamo come preparare una perfetta galantina di pollo.

Preparazione
Passo 1
Disossate con cura il pollo tenendo da parte la carne del petto. Tagliate il petto a pezzettini, fate lo stesso con il lombo di maiale, metà della mortadella e metà del prosciutto, raccogliete tutto in un recipiente, bagnate con il marsala e fate marinare per 2 ore circa. Trascorso il tempo, trasferite tutto nel bicchiere del mixer, unite le uova, il sale e il pepe e frullate. Tagliate a pezzetti il prosciutto rimasto e a listerelle la mortadella tenuta da parte.
Passo 2
Appiattite il pollo disossato con il batticarne. Distribuiteci sopra il prosciutto e la mortadella, quindi il composto di carni tritate. Completate con i pistacchi (anch’essi tritati) e con qualche lamella di tartufo nero.
Passo 3
Richiudete il pollo, ripiegandolo dai lati e serrando tutte le aperture in modo molto stretto, a formare una sorta di cilindro. Punzecchiate la superficie con un ago in 5 o 6 punti. Avvolgete poi il cilindro di carne in un canovaccio pulito e leggermente inumidito (prima di utilizzarlo, fate attenzione che non odori di detersivo), e legate perfettamente con spago da cucina.
Passo 4
Mettete sul fuoco una casseruola con abbondante acqua, unite la cipolla, la carota e la costa di sedano e portate a bollore. Aggiungete la carne e fate bollire, a fuoco basso, per circa 2 ore. Trascorso il tempo, estraete la galantina, sgocciolatela e lasciatela intiepidire per 15 minuti circa. Appoggiatela su un piatto ovale, poneteci sopra un peso e lasciate riposare per 3-4 ore. Infine, liberate la galantina dal canovaccio e servitela a fette non troppo sottili.

Dettagli

Tempo

30 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

In tegame

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
1500 g Pollo
100 g Fesa di vitello
200 g Carne di suino
100 g Mortadella
100 g Prosciutto crudo
4 Tartufo
1 manciata Pistacchi
2 dl Marsala
2 Uova
1 Cipolle bianche
1 costa Sedano
1 Carote
q.b. Sale
q.b. Pepe