Ossobuco alla milanese

Ossobuco alla Milanese

Ossobuco alla milanese è un piatto tipico della cucina lombarda

L'ossobuco alla milanese è un secondo piatto di carne molto saporito e gustoso. Ossobuco alla milanese un piatto tipico della regione lombarda dall'intramontabile tradizione.

L'ossobuco alla milanese: da piatto tipico a piatto unico

L'ossobuco è una piatto tipico della cucina milanese, la cui storia si perde nella notte dei tempi.

La storia dell'ossobuco alla milanese

L'ossbüs, in dialetto milanese, nato probabilmente nel medioevo, si ritrova per la prima volta nel "Memoriale della cuoca" del 1879 che lo indica come la pietanza ideale per la colazione milanese. Nel 1891 il libro "La Scienza in Cucina e l’Arte del mangiare bene" lo cataloga già fra i piatti nazionali più affermati e conosciuti.

Si sa per certo che l'ossobuco alla milanese fosse preparato la domenica, nelle famiglie borghesi, con molta cura, partendo da un'attenta selezione del taglio di carne da utilizzare.

Il garretto di vitello, doveva essere ricavato dalla metà posteriore del muscolo, la più tenera e meno innervata, di una bestia non superiore ai 300 kg alimentata esclusivamente a latte. Preparato da solo o servito con purè di patate, polenta arrosto o spinaci al burro, il vero accompagnamento dell'ossbüs è il risotto alla milanese, che lo trasforma in un piatto unico.

Come suggerisce il nome, l'ossobuco alla milanese è un piatto gustoso appartenente alla tradizione culinaria lombarda, legato principalmente alla città di Milano.

Apprezzata dagli amanti della carne, questa ricetta è molto semplice da preparare ma richiede tempi di cottura lunghi e delicati.

L'ingrediente principale è rappresentato da fette di stinco di vitello, in cui la polpa morbida e saporita contorna l'osso centrale contenente il midollo.

Secondo la ricetta originale, l'ossobuco viene rosolato semplicemente nel burro e può essere insaporito con del trito di prezzemolo, aglio e scorza di limone oppure con della passata di pomodoro. Ideale per i pranzi invernali, l'ossobuco alla milanese è una ricetta dal successo assicurato che può essere servita come secondo piatto oppure come piatto unico, accompagnata da un contorno di polenta fumante oppure da risotto giallo alla milanese

Preparazione
Passo 1
Fate soffriggere in un tegame abbastanza capiente il burro e la pancetta a dadini. Incidete la pellicola esterna degli ossibuchi e una parte dei tessuti connettivi interni, per evitare che si arriccino in cottura. Sciacquateli e asciugateli con carta assorbente da cucina.
Passo 2
Infarinate per bene gli ossibuchi e disponeteli nel tegame con il soffritto. Fateli dorare, girandoli più volte da entrambi i lati. A questo punto regolate di sale, profumate con una macinata di pepe nero, versate il vino bianco e lasciate sfumare.
Passo 3
Mondate gli odori e tritateli finemente. Aggiungeteli alla carne e lasciate insaporire. Quando saranno dorati, unite la polpa di pomodoro, incoperchiate e fate cuocere per circa 1 ora e mezza (potete aggiungere del brodo nel caso la salsa dovesse asciugarsi troppo).
Passo 4
La carne sarà cotta quando si staccherà dall’osso. Trasferitela in un piatto da portata e servite. Potete accompagnare il piatto, eventualmente, con un risotto alla milanese.

Dettagli

Tempo

100 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

Brasato, stufato o stracotto

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
4 Ossobuchi di vitello
50 g Pancetta
2 Pomodoro San Marzano
1 Carote
1 Cipolle bianche
1 Sedano
1 Prezzemolo
1 bicchiere Vino bianco
q.b. Farina di grano
100 g Burro
q.b. Sale
q.b. Pepe