Coda alla Vaccinara

Coda alla Vaccinara

La coda alla vaccinara è uno squisito secondo piatto tipico dalla cucina romana

La coda alla vaccinara è una specialità tipica della cucina romana, la cui ricetta ha origini molto antiche

Come preparare una tenera e gustosa coda alla vaccinara secondo la ricetta tipica della cucina romana.

La coda alla vaccinara è un secondo piatto gustoso e nutriente, tipico della cucina povera romana. Viene preparata con la coda di vitello stufata e insaporita con un trito misto di verdure.

È un piatto molto gustoso, il cui ricco e saporito sugo a base di pomodoro viene spesso utilizzato per condire i rigatoni.

La coda alla vaccinara è una specialità della gastronomia laziale le cui origini risalgono a secoli fa. La ricetta prende il nome dai vaccinari, ovvero coloro che macellavano i bovini, e cucinavano degli ottimi piatti con le parti meno pregiate degli animali rimasti invenduti a fine giornata.

La coda stufata con sugo di pomodoro e verdure nasce esattamente nel rione Regola, e ancora oggi molte osterie la propongono come piatto tipico del quartiere ai numerosi turisti.

La coda alla vaccinara ha un’origine sicuramente povera e da ricercare in quelle osterie che hanno caratterizzato da sempre la tradizione culinaria romana.

Preparazione
Passo 1
Lavate bene sotto l’acqua corrente la coda di vitello. Tagliatela a pezzi, tra una vertebra e l’altra.

Mettete a scaldare l’olio in un tegame. Arrivato a temperatura, unite la coda a pezzi e lasciatela rosolare per qualche minuto.
Passo 2
Aggiungete il trito, i chiodi di garofano pestati, il sale e il peperoncino. Lasciate insaporire per qualche minuto.

Versate il vino e cuocete per 15 minuti, finché non sarà evaporato. Aggiungete il pomodoro passato e 1/2 litro d’acqua, quindi coprite il tegame e cuocete per 90 minuti, a fuoco moderato.
Passo 3
A questo punto la coda di vitello dovrebbe essere cotta: per capirlo, verificate che la carne si stacchi facilmente dall’osso.

In questo caso fate restringere il sugo, continuando la cottura senza coperchio. Nel caso la coda non fosse ancora cotta aggiungete acqua calda e continuate la cottura a fuoco moderato.
Passo 4
Per la coda di manzo il procedimento è più lungo. Tagliatela a pezzi e fatela bollire in abbondante acqua salata con 1 cipolla, 1 carota e 1 gambo di sedano.

Dopo un paio di ore scolatela, conservando il brodo e filtrandolo. Adagiate la coda nel tegame con l’olio caldo, ripetendo le operazioni dal punto 3 e sostituendo l’acqua con il brodo.

Dettagli

Tempo

60 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

In tegame

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
2 kg Carne di vitello
1 kg Passata di pomodoro
2 Garofano
1 bicchieri Vino bianco
1 Peperoncino
q.b. Sale