Granita al passito

Granita al Passito

La fresca Granita al passito, il menu eoliano

Granita al passito, un tuffo nel gusto e nella dolcezza

La granita al passito, freschezza e sapore della Sicilia

Con l'arrivo delle alte temperature una granita al passito è quello che ci vuole. Scopri tutti i sapori dell'estate, del mare e del sole, nella sua dissetante fragranza, che richiama subito alla mente le atmosfere calde e inebrianti dell'isola di Pantelleria, terra natia dell'omonimo passito. Coltivato esclusivamente al 100% con vitigni di zibibbo (dall'arabo zabîb, uva passita), il passito è un vino dolce da fine pasto, dal colore giallo ambrato, in grado di regalare piacevoli sensazioni organolettiche sin dal primo assaggio. Fortemente caratterizzato dagli invitanti profumi di pesca e albicocca, conquista per il sapore dolce e pieno, ma non stucchevole, che si sposa perfettamente con la sensazione di freschezza e croccantezza della granita. Dolce freddo al cucchiaio, tipico dalla tradizione siciliana. Un dessert da gustare con gli amici, "a passeggio". Oppure da sorseggiare da soli durante un meritato momento di relax, magari accompagnata dalla tipica brioche.
Preparazione
Passo 1
In un pentolino raccogliete l’acqua e lo zucchero, mettete sul fuoco e fate sciogliere su fiamma bassa. Aggiungete il passito e il succo e la scorza grattugiata del limone, e mescolate per bene. Spegnete e lasciate raffreddare.
Passo 2
Una volta freddo, versate il composto in una terrina di acciaio, trasferite in freezer e fate congelare per almeno 2-3 ore, mescolando ogni 30 minuti con un cucchiaio per rompere i cristalli di ghiaccio. Distribuite la granita nei bicchieri ben freddi e servite immediatamente.

Dettagli

Tempo

10 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

In tegame

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
175 g Zucchero
225 ml Acqua
500 ml Passito
1 Limoni