Cappelletti in Brodo

Cappelletti in Brodo

Cappelletti in brodo di cappone: un grande classico della cucina emiliana

I cappelletti in brodo dell'Emilia Romagna sono una ricetta tradizionale molto diffusa e apprezzata

cappelletti in brodo sono il piatto tradizionale del pranzo di Natale, un primo piatto con una storia. Una ricetta tipica tradizionale romagnola con ripieno a base di mortadella, ma che presenta tante varianti del centro-Italia, in questo caso la versione è più vicina alla regione marchigiana.

Quello dei cappelletti in brodo è un piatto elaborato che ha bisogno di tempi lunghi per il brodo, che bisogna saper insaporire a dovere, mediante la carne. La ricetta inizia con la preparazione della pasta sfoglia, per proseguire poi con il ripieno dei cappelletti e con il brodo di carne. Ecco passo passo come realizzare questa ricetta tipica natalizia: i cappelletti in brodo.

Preparare in casa degli ottimi cappelletti in brodo con ripieno di ricotta e cappone

I cappelletti in brodo sono un vero e proprio vanto della cucina emiliana! Preparati con la pasta all'uovo fresca e con un gustoso ripieno di ricotta e petto di cappone, questi piccoli fagottini si differenziano dai tortellini per dimensione e farcitura.

Certo, realizzarli in casa richiede manualità ed esperienza, ma con un po' di buona volontà niente è impossibile. Servire un buon piatto di cappelletti in brodo ai vostri ospiti li renderà sicuramente felici e vi regalerà tantissima soddisfazione.

I cappelletti sono nati in Emilia Romagna ma sono ormai diffusi in tutta l'Italia nord-settentrionale. Ne esistono diverse varianti, ma la più autentica rimane quella che vi proponiamo in questa ricetta, che prevede l'uso del cappone non solo per il ripieno ma anche per il brodo.

Alla delicatezza della ricotta e del raviggiolo si accosta il gusto asprigno del limone e l'aroma intenso della salvia e della noce moscata.

Preparazione
Passo 1

Per la sfoglia

setacciate la farina sulla spianatoia e fate la classica fontana. Rompete al centro le uova e sbattetele con una forchetta, unendo man mano un po’ di farina. Lavorate con le mani, fino a ottenere un impasto liscio. Dategli la forma di una palla e lasciatela riposare sulla spianatoia per 30 minuti, avvolta nella pellicola trasparente. Nel frattempo fate cuocere la carne con una noce di burro, regolate di sale e pepe e profumate con la salvia. Una volta cotta, tritatela finemente e raccoglietela in una ciotola capiente. Unite l’uovo, i formaggi e la scorza grattugiata del limone, profumate con una grattugiata di noce moscata, aggiustate di sale e amalgamate.
Passo 2

Per il ripieno:

mettiamo olio in una padella e aggiungiamo pezzi di carne mista, tacchino, pollo, vitello.

La qualità della carne è importante per un buon ripieno.

Emulsionare di tanto in tanto con un goccio di brodo per non far bruciare la carne in cottura nella padella.
A cottura ultimata della carne, con il tritacarne macinarla e aggiungere l'uovo per amalgamare il composto, 1 pizzico di noce moscata e una grattatina di limone.

In questa versione non ci sono né aglio né peperoncino; si tratta infatti di una ricetta dolce.
Passo 3
Spolverizzate con un po’ di farina il piano di lavoro e con il matterello tirate una sfoglia di circa 3 mm di spessore. Con la rotella ricavate dalla sfoglia dei quadrati di circa 4 cm di lato e ponete al centro noci di ripieno. Chiudete i quadrati farciti a triangolo, sigillando bene i bordi. Unite i due bordi per fare il cappelletto, (se la sfoglia risulta troppo asciutta, bagnate i bordi con un goccio di acqua). Fate bollire il brodo di cappone, tuffate i cappelletti e fateli cuocere per pochi minuti, impiattate e portate in tavola.

Dettagli

Tempo

60 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

Bollito o lessato

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
400 g Farina di grano
4 Uova
90 g Ricotta vaccina
90 g Formaggio
30 g Parmigiano
200 g Cappone
1 foglia Salvia
q.b. Noce moscata
q.b. Scorza di limone
q.b. Burro
q.b. Sale
q.b. Pepe
1 l Brodo di carne