Torta pasqualina per il pic nic di Pasquetta

Ricetta della torta pasqualina

Piatto fra i più tipici della Pasqua, la torta pasqualina è la ricetta ideale da preparare per il pic nic di Pasquetta.

Torta Pasqualina: storia e tradizione

La torta pasqualina, ricetta dalle origini assai antiche, è una famosa specialità genovese, chiamata così perché si usava (e si usa) prepararla e mangiarla soprattutto a Pasqua. 

Nota già dal 1400, la torta pasqualina veniva preparata nel periodo pasquale con 33 fogli di pasta, come gli anni di Gesù, le bietoline di stagione, il latte cagliato, il parmigiano e le uova.

 Con il passare del tempo il latte cagliato è stato sostituito dalla ricotta, le 33 sfoglie di pasta sono diminuite e al ripieno si sono aggiunti i carciofi che arricchiscono il gusto, rendendola davvero unica.

La tradizionale torta Pasqualina è fatta solo con le bietole, poiché nel periodo pasquale i carciofi non erano a buon mercato, mentre le umili bietole di campagna erano in pieno germoglio e tutti potevano permettersi di acquistarne in quantità. 

Come spesso accade nei piatti tipici di origini molto antiche, gli ingredienti della torta Pasqualina, uova e formaggio, erano alimenti pregiati che venivano consumati solo nelle grandi ricorrenze.

In Liguria al posto della ricotta, si utilizza la prescinseua, una sorta di cagliata di latte molto leggera, reperibile in alcune gastronomie particolarmente fornite.

Il segreto della riuscita della ricetta sta nella preparazione della pasta che va fatta senza uova e dev’essere veramente sottilissima. La torta Pasqualina è buona mangiata sia calda sia fredda.

Torta pasqualina: ricetta per il pic nic di Pasquetta

Secondo la tradizione, la giornata si dovrebbe trascorre in compagnia di parenti o amici, facendo una scampagnata con attività all'aperto e un pic nic sull'erba. 

Per una interpretazione religiosa legata allo spirito pasquale, la giornata fuori porta nascerebbe anche per rievocare il viaggio dei due discepoli di Cristo diretti a Emmaus, a circa undici chilometri da Gerusalemme, durante il quale il messia risorto apparve loro.

Preparazione
Passo 1
Formare la fontana di farina, aggiungere un pizzico di sale e l’olio. Portare a consistenza aggiungendo poco alla volta l’acqua tiepida. Ottenere un impasto liscio ed omogeneo di consistenza piuttosto morbida (tipo impasto pizza).
Passo 2
Mondare e lavare i carciofi, tagliare a metà ed eliminare la barba. Tagliare a julienne e saltare in padella con olio, aglio e una spruzzata di vermentino. Portare a cottura con un po’ d’acqua. Salare.
Passo 3
In una boulle rompere 2 uova e batterle con la ricotta e la maggiorana fresca e il parmigiano. Salare e pepare. Unire i carciofi tiepidi e amalgamare il tutto.
Passo 4
Stendere la pasta e dare le pieghe come per la pasta sfoglia. Imburrare e infarinare uno stampo e porre 3/4 dell’impasto steso. Bucherellare.
Passo 5
Introdurre il composto ottenuto, e aprire al centro un uovo. Ricoprire con il rimanente impasto bucherellato e richiudere i bordi formando un “cordone”. Cuocere in forno a 170°C per circa 45 minuti.

Dettagli

Tempo

25 minuti

Porzioni

6 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

In forno

Ingredienti

Regola porzione.
-
6
+
Per la pasta
400 g Farina di grano
50 g Sale
q.b. Acqua
10 Carciofi
250 g Ricotta vaccina
3 Uova
50 g Parmigiano
q.b. Vino bianco
q.b. Aglio