Tante chiacchiere di Carnevale

Le chiacchiere sono un dolce tipico che torna ogni anno sulle nostre tavole a Carnevale. La ricetta delle chiacchiere è la più tipica e anche la più semplice, forse, fra i tanti dolci di Carnevale. Possiamo trovarla in tutta Italia, anche se chiamata con nomi diversi: in Friuli si chiamano grostoli, in Emilia sfrappole, in Veneto galani, nelle Marche frappe, in Toscana cenci, chiacchiere in Campania. Un'altra variante della ricetta, a seconda della regione di origine, sono i vini o i liquori utilizzati per la preparazione delle chiacchiere: dal marsala, al vino bianco, all'acquavite o al liquore all'anice. Per chi poi fosse proprio restio a concedersi un dolce fritto anche nel periodo di Carnevale, ci sono le altrettanto buone chiacchiere al forno. E per i bambini? Dopotutto il Carnevale è un po' la loro festa... Prepariamo le chiacchiere anche per loro dunque, ma diamogli la forma simpatica e divertente di una mascherina. Vedrete, ne andranno matti!
Preparazione
Passo 1
Mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere il burro fuso, la scorza, il liquore quindi la farina e il pizzico di sale fino ad ottenere un impasto abbastanza elastico.
Passo 2
Stenderlo sottile e tagliare dei rettangoli con un tagliapasta rigato.
Passo 3
Friggere in olio di semi caldo, asciugare su carta assorbente e spolverare di zucchero a velo.

Dettagli

Tempo

25 minuti

Difficoltà

FACILE

Cottura

Fritto

Ingredienti

Regola porzione.
-
1
+
Per la preparazione
400 g Farina di grano
50 g Zucchero
50 g Burro
3 Uova
1 bicchieri Liquore
1 pizzico Sale
q.b. Zucchero a velo
1 Limoni
q.b. Olio di arachidi