Trofie al Pesto

Quando torniamo a casa e troviamo sulla tavola apparecchiata un bel piatto di trofie al pesto fresco, non vediamo l'ora di sederci e pulire il piatto. Per accelerare i tempi, siamo soliti acquistare le trofie già confezionate, ma stavolta perché non proviamo a prepararle in casa? La ricetta non è affatto impegnativa e impastare delle perfette trofie sarà un gioco da ragazzi. Per il pesto, poi, si fa prima a farlo che a dirlo. Diamoci da fare e vediamo come preparare un primo piatto da leccarsi i baffi.
Preparazione
Passo 1
Versare la farina sulla spianatoia, unire un pizzico di sale e tanta acqua quanto necessita per avere una pasta piuttosto soda.
Passo 2
Lavorarla bene e poi staccarne dei piccoli pezzi grossi come un cecio o poco di più, e con il palmo della mano strofinarli sul tavolo ottenendo un piccolo gnocchetto, attorcigliato e assottigliato alle estremità, lungo tre o quattro centimetri circa (per facilitarne la preparazione si può attorcigliare il piccolo bastoncino di pasta attorno a uno stecchino di legno lungo e sottile).
Passo 3
Per il pesto
Prima di cuocere le trofie, preparare il pesto. Utilizzare un mortaio di marmo e un pestello di legno, e ridurre in poltiglia i due spicchi di aglio sbucciati e un po' di sale.

Aggiungere il basilico e il sale rimanente, e con movimenti circolari continuare a pestare. Quando dal basilico uscirà un liquido verde vivido, aggiungere anche i pinoli.

Infine, continuando a mescolare, aggiungere i formaggi grattugiati e l’olio, a filo, poco alla volta.
Passo 4
Quando il pesto sarà pronto lessare le trofie per pochi minuti in acqua salata, in ebollizione; poi scolarle, condirle con molto pesto e servirle.

Dettagli

Tempo

30 minuti

Difficoltà

FACILE

Cottura

In tegame

Ingredienti

Regola porzione.
-
1
+
350 g Farina di grano
q.b. Acqua
q.b. Sale
Per il pesto
50 g Basilico
2 spicchi Aglio
10 g Pinoli
100 g Parmigiano
100 ml Olio extravergine di oliva
Sale grosso