Risotto allo Zafferano con Zucca e Porcini

Risotto allo Zafferano con Zucca e Porcini

Risotto in giallo con zucca e porcini: un primo piatto dal sapore autunnale

Il Risotto allo Zafferano con Zucca e Porcini è un piatto gustoso e autunnale, perfetto da servire in ogni occasione. Saporito e raffinato è un gustoso primo piatto, semplice e veloce da preparare, con ingredienti genuini e salutari

Il risotto allo zafferano con zucca e porcini è un buon primo piatto vegetariano che ha in sé tutti i sapori della cucina toscana. Una ricetta stuzzicante e originale, sempre molto apprezzata, dall'aspetto caldo e invitante. Il risotto allo zafferano con zucca e porcini è un vero tripudio di colori autunnali e di profumi, grazie ai suoi ingredienti genuini.

I consigli di Beppe Bigazzi

Lo zafferano

Lo zafferano si produce in tanti paesi del mondo. Quello eccellente italiano viene prodotto a:

  • San Gimignano (Si): si trova nelle varie botteghe di alimentari di questa splendida cittadina medievale. È una dop.

  • Navelli (Aq), noto come lo zafferano dell’Aquila facile a trovarsi nei negozi del nostro paese. È una dop.

  • San Gavino Monreale (Ca): fra fine ottobre e fine novembre si raccolgono i fiori, nelle prime ore del giorno; 9-10 chilogrammi per ettaro di zafferano, che, dalla semina alla raccolta, alla essiccazione e al confezionamento, richiede un difficile, faticoso e attento lavoro manuale.

In questa ricetta, al posto della bustina di zafferano, potete utilizzare 20 pistilli di zafferano di San Gimignano.

Gli altri ingredienti

  • Zucca gialla: si acquista ai mercatini rionali. Vanno bene anche altre varietà di zucca grande invernale.

  • Funghi porcini: assicurarsi che siano italiani e di stagione. Quelli provenienti dal Nord Africa, dall’Argentina,… Sono spesso passati nella paraffina, per non farli disidratare. Paraffina che è difficile da togliere. Fra quelli secchi preferite le gambe secche, piccoli funghi dal gambo come un fiammifero svedese e dalla cappella delle dimensioni massime di 50 centesimi di euro. Il nome scientifico è marasmius oreades.

  • Scalogno di Romagna: da non confondere con altri scalogni, specie francesi, che vengono venduti come scalogno di Romagna igp.

  • Olio di oliva di qualità: non uso la dizione extravergine, perché tutti o quasi si chiamano così (è la legge che è fatta per le industrie, non per proteggere i cittadini). Abbiamo oli sublimi: potenzialmente l’olio di oliva, come il vino, potrebbe essere un’arma invincibile per le nostre esportazioni. Purtroppo alla legge sbagliata si aggiungono giornalisti, maestre di cucina… che scrivono e parlano di ricette che prevedono l’uso di olio “per friggere”, oppure, peggio, che usano, anche per gli oli più improbabili, la dizione extravergine di oliva.

Preparazione
Passo 1
Tagliate la zucca a tocchetti.
Fate a fettine sottili lo scalogno e fatele soffriggere in una casseruola con un filo di olio e una noce di burro.
Appena lo scalogno sarà appassito, unite la zucca e il riso. Fate tostare, unite un mestolo di brodo vegetale caldo e mescolate. Portate a cottura, unendo man mano il brodo necessario.
Passo 2
Nel frattempo in una padella a parte fate rosolare l’aglio con un filo di olio.  Aggiungete i funghi porcini, puliti e tagliati a fettine sottili, salate, pepate e fate cuocere per pochi minuti.
Unite i funghi e lo zafferano al risotto (nel caso usiate i pistilli, dovrete diluirli in un pochino di brodo vegetale caldo), mescolate e terminate la cottura, regolando eventualmente di sale e pepe.
Passo 3
Spolverizzate con il prezzemolo tritato, levate dal fuoco, mantecate con una noce di burro e con il parmigiano.
Impiattate e servite.

Dettagli

Tempo

20 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

Multipla

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
320 g Riso
250 g Zucca
3 Funghi porcini
1 Scalogni
1 ciuffo Prezzemolo
1 bustina Zafferano
50 g Parmigiano
q.b. Brodo vegetale
1 spicchio Aglio
q.b. Olio extravergine di oliva
40 g Burro
q.b. Sale
q.b. Pepe