Raviolacci alla Verza con Ragù di Coniglio

Raviolacci alla Verza con Ragù di Coniglio

Un invitante primo piatto: raviolacci alla verza con ragù di coniglio

Raviolacci farciti con la verza e accompagnati da un gustoso ragù di coniglio

Il gusto innovativo dei raviolacci alla verza con ragù di coniglio

Hai un pranzo da organizzare e degli ospiti difficili da accontentare? Prova subito i raviolacci alla verza con ragù di coniglio e lascerai tutti senza parole. I ravioli o raviolacci sono un piatto tipico della cucina italiana, che, tradizionalmente, vengono preparati in casa.

La caratteristica principale che li rende uno dei piatti più amati, è il fatto di poter essere farciti con qualunque ingrediente. La verza è un ortaggio tipicamente invernale e appartiene alla famiglia del cavolo. Ricca di proteine, zuccheri, carboidrati, ceneri e fibre, è anche nota per il suo sapore dolce e molto gradevole, che la rende perfetta per essere utilizzata in tantissime ricette.

Può essere adoperata nelle zuppe, nella pasta, nelle creme, per realizzare degli involtini vegetali o, semplicemente, può essere stufata o bollita e servita come contorno.

Il ragù di coniglio è un ottimo sostituto del classico ragù napoletano. Oltre ad essere più facile da preparare, è più leggero e delicato. Prova anche ad esaltarne il sapore con un pizzico di alloro e di vino bianco e rimarrai sbalordito.

Preparazione
Passo 1
Per la sfoglia: setacciate la farina sulla spianatoia e fate la classica fontana. Unite al centro le uova e un pizzico di sale, e lavorate fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Dategli forma di palla, coprite e lasciate riposare per circa mezz’ora.
Passo 2
Nel frattempo, preparate il ripieno: mondate la verza, sciacquatela e lessatela in acqua bollente; poi scolatela, strizzatela e tritatela finemente. Scaldate un filo di olio in una padella con l’aglio. Eliminate quest’ultimo, unite la verza, profumate con un po’ di rosmarino tritato e fate saltare per qualche minuto. Regolate di sale e pepate. Raccogliete la ricotta in una ciotola, unite lo stracchino, la verza saltata (fredda), il parmigiano e l’uovo, e amalgamate fino a ottenere un composto omogeneo.
Passo 3
Per il ragù di coniglio: tagliate la polpa di coniglio a cubetti. Tritate finemente la cipolla e fatela appassire in una padella con un filo di olio. Aggiungete la dadolata di coniglio e le erbe aromatiche, e fate rosolare. Bagnate con 1/2 bicchiere di vino e fate sfumare. Unite i pomodori pelati, schiacciateli con una forchetta e proseguite la cottura a fuoco basso per circa 30 minuti (se necessario, bagnate con un po’ di brodo vegetale). Poco prima del termine, regolate di sale e pepate.
Passo 4
Tirate l’impasto in una sfoglia sottile. Distribuite noci di ripieno su metà sfoglia, a distanza regolare l’una dall’altra, e coprite con l’altra metà. Premete con le dita attorno alle noci di ripieno, quindi, ritagliate tanti ravioli quadrati, di circa 4-5 cm di lato, passando sui bordi i rebbi di una forchetta.
Passo 5
Lessate i raviolacci in abbondante acqua bollente leggermente salata, scolateli al dente nella padella con il ragù e fateli saltare per un minuto. Levate, spolverizzate con un po’ di pecorino e servite.

Dettagli

Tempo

60 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

Multipla

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
300 g Farina di grano
3 Uova
q.b. Sale
50 g Parmigiano
100 g Formaggio spalmabile
150 g Ricotta vaccina
500 g Verza
1 spicchio Aglio
1 rametto Rosmarino
q.b. Olio extravergine di oliva
q.b. Pepe
300 g Macinato di coniglio
1 Cipolle bianche
250 g Pelati
1 foglia Alloro
1 rametto Timo
q.b. Vino bianco
q.b. Brodo vegetale
q.b. Pecorino