Pasta con Acciughe, Pistacchi e Uva

Tutta la semplicità e il calore della tradizione siciliana in un piatto, essenziale e gustoso, che tramanda la storia di un luogo attraverso i suoi ingredienti.

La pasta con acciughe, pistacchi e uva, raccontata e cucinata da Cesare Bocci. Al secolo "pasta ca' muddica", semplice ed essenziale, fa parte del grande ricettario della cucina popolare.

Un sughetto di acciughe, pistacchi e uvetta che, insieme a croccanti briciole di pane casereccio aromatizzato, rendono unico e speciale il sapore del piatto.

Difficile lasciarsi ingannare dalla preparazione perché la sua fama la precede, la pasta ca' muddica diventerà protagonista in qualsiasi occasione.

Seguiamo i semplici consigli di Cesare Bocci e prepariamo la pasta con acciughe, pistacchi e uva, una volta assaggiata ci vorrà un attimo ad innamorarsene.

Preparazione
Passo 1
Rosolate in una padella l'aglio con l'olio e un rametto di prezzemolo e poi toglieteli. Aggiungete i pistacchi e l'uvetta precedentemente bagnata, quindi i filetti d’acciuga privati della lisca.

La pressione della forchetta aiuterà a far sciogliere in parte le acciughe, che in ogni caso non debbono abbrustolire troppo.
Passo 2
Riponete la cremina di acciughe in una ciotola lasciandone una piccola quantità nella padella alla quale andrete ad aggiungere il pane sbriciolato, mischiate bene aggiungendo un filo di olio.
Passo 3
Mettete sul fuoco l'acqua per la pasta, sbollentatevi il finocchietto selvatico cosi da aromatizzarla, poi cuocete la pasta.

Amalgamate la pasta calda con la crema di acciughe, mettetela nel piatto e spolveratele con abbondante pane aromatizzato.

Dettagli

Tempo

15 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

Multipla

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
650 g Trenette
150 g Pane
25 g Pistacchi
25 g Uva
120 g Acciughe
1 spicchio Aglio
2 Prezzemolo
q.b. Peperoncino
q.b. Finocchietto selvatico
q.b. Olio extravergine di oliva
q.b. Sale