I pizzoccheri

Scopriamo come cucinare i pizzoccheri nell'invitante versione al forno dello chef Roberto Valbuzzi.

I pizzoccheri, piatto simbolo della regione alpina della Valtellina, derivano il loro nome dalla radice "pit" o "piz" che significa pezzetto.

Riconosciuti come prodotto agroalimentare tradizionale, i pizzoccheri sono una specialità apprezzata e cucinata ormai in tutte le regioni.

Rimbocchiamoci le maniche e prepariamo una teglia di pizzoccheri degni di questo nome insieme al nostro chef Roberto Valbuzzi.

Preparazione
Passo 1
Amalgamare bene le due farine aggiungendo acqua fredda fino ad ottenere un impasto vellutato, adagiare l'impasto su un tavolo da lavoro ben infarinato e stenderlo fino a raggiungere uno spessore di circa mezzo centimetro.
Passo 2
Tagliare l'impasto con una spatola fino a ottenere delle piccole tagliatelle.
Farle cuocere in acqua bollente salata insieme alle patate tagliate a pezzettini per circa 20 minuti. Nel frattempo mondare le coste e sbollentarle e tagliare finemente il formaggio.
Passo 3
Una volta pronta la pasta sistemarla in una teglia alternandola con le patate, le coste e il formaggio, ripetendo la stratificazione fino all'orlo.
Sciolto il burro in padella soffriggevi all'interno cipolla e aglio, aromatizzare il composto con salvia e rosmarino e irrorare la teglia di pasta. Infornare a 210 °C per 5 minuti e servire caldi.

Dettagli

Tempo

25 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

Multipla

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
Per l'impasto
500 g Farina di grano saraceno
500 g Farina 00
q.b. Acqua
Per il condimento
200 g Patate
4 gambi Bieta
q.b. Burro
200 g Casera
60 g Parmigiano
1 Cipolle bianche
1 spicchio Aglio
q.b. Rosmarino
q.b. Salvia
q.b. Sale
q.b. Pepe