Gnocculi di grano duro al sugo di crostacei

Il maestro pasticcere più amato dagli schermi di Alice ci svela il decalogo con i suoi segreti per realizzare un perfetto impasto di pasta fresca

Con questa sfoglia si potranno cucinare tipi di pasta particolari, come orecchiette, pizzoccheri, cavatelli, bucatini...o questa semplicissima ricetta di gnocculi a base di grano duro con sugo di crostacei: una vera e propria delizia per gli amanti del pesce....parola di Luca Montersino

Il decalogo della pasta fresca

La prima cosa veramente importante è usare la spianatoia: infatti la rugosità del legno è più indicata di una semplice superficie liscia; quando poi metterete le uova nella farina, sbattele leggermente con una forchetta e poi cominciate subito a impastare con le dita in modo che l'uovo non vada fuori dalla fontana

Il terzo passo è l'aggiunta del sale che, secondo le correnti emiliane, non andrebbe aggiunto all'impasto; secondo altri, invece, un pizzico di sale non farebbe male

Evitate di impastare vicino a correnti d'aria infatti l'aria può far seccare la pasta, e attenetevi alla propozione tra farina e uova: un uovo ogni 100 gr di farina

Un'altra cosa, importante è la lavorazione: la pasta va lavorata almeno per 10 minuti, sbattendola ogni tanto sulla spianatoia per renderla più elastica; una volta finito di impastare il vostro panetto di pasta, fatelo riposare in un panno umido, poi stendete col mattarello poco impasto per volta e il restante tenetelo sempre ben coperto con il panno umido

Ricordatevi di infarinare la spianatoia per fare in modo che la pasta non si attacchi

Se con la pasta avete intenzione di fare dei tortellini, preparate il ripieno prima della pasta e, solo in questo caso, potete ridurre il numero delle uova, in quanto il ripieno è già abbastanza sostanzioso

Con queste poche "regole" vedrete che la vostra pasta risulterà liscia ed elastica e le vostre ricette veramente insuperabili

Ora non vi resta che mettere in pratica queste regole d'oro del maestro Montersino e preparare per i vostri ospiti un semplice ma gustoso piatto di pesce: gnocculi con sugo di crostacei!

Preparazione
Passo 1
La prima cosa veramente importante è usare la spianatoia: infatti la rugosità del legno è più indicata di una semplice superficie liscia; quando poi metterete le uova nella farina, sbattele leggermente con una forchetta e poi cominciate subito a impastare con le dita in modo che l'uovo non vada fuori dalla fontana.
Passo 2
Il terzo passo è l'aggiunta del sale che, secondo le correnti emiliane, non andrebbe aggiunto all'impasto; secondo altri, invece, un pizzico di sale non farebbe male.
Passo 3
Evitate di impastare vicino a correnti d'aria infatti l'aria può far seccare la pasta, e attenetevi alla propozione tra farina e uova: un uovo ogni 100 gr di farina.
Passo 4
Un'altra cosa, importante è la lavorazione: la pasta va lavorata almeno per 10 minuti, sbattendola ogni tanto sulla spianatoia per renderla più elastica; una volta finito di impastare il vostro panetto di pasta, fatelo riposare in un panno umido, poi stendete col mattarello poco impasto per volta e il restante tenetelo sempre ben coperto con il panno umido.
Passo 5
Ricordatevi di infarinare la spianatoia per fare in modo che la pasta non si attacchi.
Passo 6
Se con la pasta avete intenzione di fare dei tortellini, preparate il ripieno prima della pasta e, solo in questo caso, potete ridurre il numero delle uova, in quanto il ripieno è già abbastanza sostanzioso.
Passo 7
Con queste poche "regole" vedrete che la vostra pasta risulterà liscia ed elastica e le vostre ricette veramente insuperabili.
Passo 8
Per gli gnocculi: impastare la farina di semola e di farro con il sale, l'olio e l'acqua fino ad ottenere un impasto sodo e liscio.
Passo 9
Lasciare riposare l'impasto per 20’, quindi formare dei salamini poco più grossi degli spaghetti, quindi segnarli con la punta delle dita formando così delle piccole fossette sopra ogni salamino.
Passo 10
Soffriggere l'aglio schiacciato con l'olio e il peperoncino, quindi unire i gusci dei gamberi e farli rosolare; unire il concentrato ed il vino bianco, quindi unire mezzo litro d'acqua.
Passo 11
Far prendere il bollore e cuocere il tutto fino a restringelo più della metà.
Passo 12
A fine cottura filtrare bene il tutto e tenere da parte.
Passo 13
Saltare in padella i gamberi tagliati a metà nel senso della lunghezza, e gli scampi interi ancora con il guscio, unire i pomodorini tagliati a metà ed infine il brodo preparato in precedenza.
Passo 14
Far cuocere il tutto per 3/4 minuti, quindi spegnere la fiamma, condire con un filo d'olio crudo ed il prezzemolo tritato.
Passo 15
Lessare la pasta in acqua bollente salata, quindi scolarla e condirla con il sugo di crostacei; guarnire il piatto con ciuffi di prezzemolo.

Dettagli

Tempo

30 minuti

Difficoltà

MEDIO

Cottura

In padella

Ingredienti

Regola porzione.
-
1
+
Per gli gnocculi
600 g Semola
15 g Olio extravergine di oliva
10 g Sale
q.b. Acqua
Per il sugo di crostacei
50 g Vino bianco
200 g Crostacei
5 g Aglio
40 g Olio extravergine di oliva
q.b. Peperoncino
q.b. Timo
10 g Concentrato di pomodoro
150 g Gamberoni
300 g Scampi
100 g Pomodori pachino
5 g Prezzemolo