Cavatelli con peperoni cruschi e formaggio Occelli nel fieno Maggengo

Chiudiamo gli occhi, assaggiamo i cavatelli con peperoni cruschi e formaggio e come per magia ci sembrerà di trovarci in Basilicata. I cavatelli, infatti, sono una ricetta tipica della regione Basilicata, ma molti chef l'hanno fatto propria variandola a proprio gusto personale. In questo caso, è la nostra Monica Bianchessi che ce ne propone una versione tutta sua, arricchita dal particolarissimo formaggio Occelli nel fieno Maggengo. Un primo piatto accattivante da proporre in ogni occasione e stupire i vostri ospiti a tavola.
Preparazione
Passo 1
Tuffate i cavatelli in abbondante acqua salata e portateli a cottura seguendo le indicazioni sulla confezione. In una zuppiera, che avrete avuto l’accortezza di scaldare mettete una manciata di formaggio Occelli, scolate all’interno i cavatelli creando degli strati intervallati di pasta e formaggio Occelli nel fieno Maggengo.
Passo 2
Pulite i carciofi dalle foglie esterne e dal fieno e tagliateli a fettine sottilissime. In un pentolino scaldate abbondante olio extravergine d’oliva, arrivando ad una temperatura attorno ai 70° e immergete i peperoni secchi precedentemente tritati.
Passo 3
Teneteli nell’olio per 2-3  secondi, non di più perché rischierebbero di bruciare, poi versateli sulla pasta. Alzate la temperatura dell'olio e tuffate i carciofi. Friggeteli fino a doratura. Grattugiate altro formaggio Occelli nel fieno Maggengo e servite i cavatelli  immediatamente.

Dettagli

Tempo

15 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

Multipla

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
350 g Cavatelli (pasta)
6 Peperoni
2 Carciofi
200 g Formaggio
q.b. Olio extravergine di oliva
q.b. Sale