Agnolotti del Plin all’Astigiana

Agnolotti del Plin all’Astigiana

Tradizione sprint con gli agnolotti del plin all’astigiana

Gli Agnolotti del Plin all’Astigiana portano in tavola la fragranza classica della tradizione piemontese, unendo la fresca pasta all'uovo con un ripieno di carne e verdure

Un profumo senza eguali con gli Agnolotti del Plin all’Astigiana

Gli agnolotti del plin all'astigiana sono un primo piatto di pasta fresca ripiena di un misto di carne e verdura. Sono un grande classico della cucina del Piemonte. In particolare, della zona di Monferrato. Questo delizioso piatto ha una storia antica. Viene citato in testi di cucina e gastronomia sin dal 1864. Gli agnolotti del plin hanno una forma piccola e quadrata. Il loro nome deriva dal modo in cui la sfoglia viene chiusa intorno al ripieno, ovvero con un pizzicotto, in dialetto piemontese plin.

Gli agnolotti del plin all'astigiana sono un piatto estremamente ricco e gustoso, in cui ciascun ingrediente va a costruire un delicato e sapiente equilibrio di sapori. Il gusto delicato e raffinato rende questo piatto ideale da cucinare in ogni occasione. I vostri commensali apprezzeranno la classica bontà della pasta fresca ripiena, soprattutto se servita con un vino della zona, come un Barbera d'Asti o un Barbera di Monferrato. La sua origine piemontese deriva dalle antiche usanze contadine, quando le donne utilizzavano la carne avanzata del giorno prima per riempire, ad arte e con cura, la deliziosa e genuina pasta sfoglia.

Il ripieno di questa pasta cambia a seconda della zona, ma la ricetta che andremo a preparare è davvero conforme a quella tradizionale, in uso nelle Langhe: realizzeremo gli agnolotti del plin all'astigiana con l'ausilio del "pizzico", ossia quella caratteristica tecnica che permette di plasmare la pasta nella simpatica forma di barchetta. Il ripieno sarà classicamente gustoso e intensamente saporito: la carne, fatta con un mix di maiale, vitello e coniglio, sarà vivacizzata dalle fragranti erbette e dalla delicata noce moscata.

Preparazione
Passo 1

Per la sfoglia

Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la classica fontana, unite al centro l’uovo, il tuorlo e un pizzico di sale, e lavorate fino a ottenere un impasto liscio ed elastico.
Dategli forma di palla, avvolgetela con un foglio di pellicola trasparente e lasciate riposare per una mezz’ora.
Passo 2

Per il ripieno

Nel frattempo, preparate il ripieno e tritate finemente gli arrosti e le verdure. Raccogliete tutto in una ciotola e unite il parmigiano e le uova. Regolate di sale e pepe, profumate con una grattugiata di noce moscata e amalgamate.
Passo 3

Per la preparazione dei ravioli

Tirate l’impasto in una sfoglia sottile e distribuite su una metà delle piccole quantità di ripieno della grandezza di una noce, a distanza regolare l’una dall’altra.
Coprite con l’altra metà e premete con le dita attorno alle noci di ripieno.
Con una rotella dentata, ritagliate tanti agnolotti rettangolari di circa 2 x 3 cm di lato. Ora pizzicate con le dita ai lati ogni singolo agnolotto.
Passo 4

Per la cottura e condimento

Lessate gli agnolotti in acqua bollente leggermente salata.
Scolateli per alcuni minuti fino a quando non saliranno in superficie.
Serviteli conditi con un filo di olio e una spolverizzata di parmigiano.

Dettagli

Tempo

40 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

Bollito o lessato

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
per la sfoglia
250 g Farina di grano
1 Uova
1 Tuorli
q.b. Sale
per il ripieno
200 g Arrosto
100 g Parmigiano
50 g Verdure
q.b. Noce moscata
q.b. Pepe
3 Uova
q.b. Sale
per il condimento
q.b. Olio extravergine di oliva
q.b. Parmigiano