Leopard 2.0

I Leopard 2.0 di Luca Montersino

Un saccottino innovativo

Luca Montersino ci suggerisce dei saccottini con un ripieno davvero speciale...

I leopard 2.0 proposti sembrano quei dolci che, a prima vista, potrebbero sembrare dei semplici saccottini. In realtà sono dei croissant assolutamente "innovativi".

La novità proposta da Luca Montersino risiede nella farcia. Il ripieno dei saccottini Leopard non è la classica crema pasticcera o la solita confettura, e neanche il cioccolato, ma una vera e propria torta.

Si, proprio così, una torta alle nocciole sarà la farcitura di questi splendidi dolci, perfetti per la colazione.

Allora cosa aspettiamo, scopriamo subito come il nostro chef realizza questo dolce assolutamente originale.

Guardate la video ricetta dei Leopard 2.0

Leopard: i croissant di Luca Montersino

Preparazione
Passo 1

per l'effetto leopardato

Realizzate una pasta brioche, impastando la farina con il li.co.li., il lievito di birra, lo zucchero , la vaniglia.

Aggiungete le uova a filo e poi un pò di acqua.
Passo 2
Una volta che la pasta si è incordata bene, aggiungete burro e sale.
Prendete un quarto della pasta ottenuta e coloratela con la crema al cioccolato.
Passo 3
Fate rilassare la pasta per un oretta, dopodiché stendete i due impasti sottilmente.

Sovrapponeteli uno sull'altro e avvolgeteli come a formare una girella. Mettete il tutto in una pellicola e fate abbatere in freezer.
Passo 4
Tagliate a fettine sottili la girella e mettetele sulla pasta croissant.

Schiacciate bene con il matterello e le mani fino ad ottenere una pasta omogenea che dovrete tagliare formando dei rettangoli di 15 cm per 5 cm circa.
Passo 5

per il morbido di nocciole

Fate una pastella di uova, zucchero integrale, farina, una crema di burro morbido e cioccolato al latte.

Aggiungete le nocciole tostate, amalgamate il tutto e metete il risultato su una teglia con carta forno da cuocere in forno a 170 gradi per 20 minuti.
Passo 6
Finita la cottura, congelatelo. Una volta congelato, tagliate a metà il morbido di nocciola e farcitene una con la crema di gianduia.

Sovrapponete le due metà e congelate di nuovo il tutto.
Passo 7
Togliete dal freezer e tagliate il morbido alle nocciole come a formare dei piccoli "tortini a stecca" della stessa misura con i quali abbiamo tagliato i rettangoli della pasta croissant.
Passo 8
Inseriamo i "tortini a stecca", nella pasta croissant. Chiudiamo come a formare il saccotino e lasciamoli lievitare fino a che non raddoppiano.

Lucidate con uovo e mettete in forno a 170 gradi per 15 minuti.

Dettagli

Tempo

90 minuti

Porzioni

8 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

Multipla

Ingredienti

Regola porzione.
-
8
+
1200 g Pasta croissant
per l'effetto leopardato
500 g Farina speciale
150 g Licoli
140 g Uova
100 g Acqua
50 g Zucchero
20 g Lievito di birra
30 g Sale
50 g Burro
16 g Grappa
2 g Vaniglia
20 g Crema al cioccolato
per il moelleux alle nocciole
500 g Burro
190 g Cioccolato al latte
440 g Uova
590 g Zucchero di canna
240 g Farina debole
440 g Nocciole
1 kg Crema di gianduia