Babà

Babà

Direttamente dalla tradizione campana, il succoso Babà

Un dolce morbido e succoso, famoso in tutto il mondo: il babà

Babà: il dolce più goloso della cucina napoletana

Il babà è un vero e proprio grande classico della tradizione dolciaria napoletana. È un dolce sfizioso, ideale da gustare come dessert a fine pasto o come golosa merenda. Le origini di questo dolce vanno oltre i confini della Campania.

Si narra, infatti, che sia stato lo zar di Polonia Stanislas Leczynski a ideare casualmente questa pietanza. Irritato dalla secchezza eccessiva del kugelhupf, un dolce simile al babà, lo gettò dall'altra parte di un tavolo dove si trovava una bottiglia di rum.

La nuova creazione venne chiamata babà. Questo dessert dal gusto leggendario si diffonde rapidamente in Francia e a Napoli. Alzi la mano chi non ha mai mangiato un babà. Un dolce morbido, succoso, aromatico, che rivela tutta la tradizione frizzante campana, un "monumento" culinario di forte appartenenza, famosissimo, imitato e amato in tutto il mondo.  

Ma ormai il dolce è entrato a far parte dell'immaginario collettivo della solare Campania. Dalla consistenza morbida, soffice, che affascina al primo morso, il babà è un dolce bello anche alla vista. Una forma tondeggiante, con una dolce nuvola di panna in cima, fa venire subito l'acquolina in bocca. Ma il vero protagonista è il rum.

Il suo sapore aromatico e deciso si rivela corposo e intenso già al solo olfatto. Il babà è un dolce unico, capace di inebriare al primo sguardo. Il babà richiede una preparazione lunga ed accurata. Infatti, l'impasto e il tempo di lievitazione del dolce sono le fasi più delicate.

Se seguite tutte le indicazioni il vostro babà avrà un gusto ricercato, raffinato e goloso e delizierà anche i palati più esigenti. Una volta assaggiato questo pasticcino i vostri ospiti non potranno farne più a meno.

Preparazione
Passo 1
In una ciotola lavorate la farina, il miele, 300 g di uova, il sale e la scorza di limone grattugiata; unite le uova restanti, i tuorli, i semi della bacca di vaniglia, il burro morbido, e il lievito, sciolto in un po’ di acqua, e proseguite a impastare fino a ottenere un impasto liscio, morbido ed elastico. Formate una palla, coprite e fate riposare per circa 15 minuti.
Passo 2
Distribuite l’impasto negli stampini, imburrati, riempiendoli fino a un terzo del loro volume. Fateli lievitare in un luogo tiepido, a circa 30 °C, fino a quando l’impasto arriverà al bordo degli stampini. Infornate a 180 °C e fate cuocere per circa 30 minuti. Levate e lasciate raffreddare.
Passo 3
Nel frattempo preparate la bagna: in un pentolino raccogliete lo zucchero, l’acqua e la scorza di limone; mettete sul fuoco, portate a bollore e fate sciogliere lo zucchero. Spegnete, lasciate intiepidire e aggiungete il rhum. Sformate i babà e immergeteli nello sciroppo ottenuto, facendoli inzuppare per bene. Fateli asciugare su una griglia e infine serviteli, guarnendoli con un ciuffo di panna montata e una bacca di vaniglia.

Dettagli

Tempo

45 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

In forno

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
500 g Farina di grano
50 g Miele
10 g Sale
350 g Uova
100 g Tuorli
200 g Burro
25 g Lievito
1 Limoni
1 bacca Vaniglia
200 g Zucchero
250 g Acqua
50 g Rum
q.b. Panna
Stampo