Sarde a beccafico

Sarde a beccafico

Un piatto semplice dal profumo intenso di mare

Le sarde a beccafico, un antipasto di mare perfetto in qualsiasi occasione

Una preparazione siciliana dalle molteplici versioni: sarde a beccafico

Le sarde a beccafico sono una preparazione tipica della cucina siciliana, tra le più conosciute. Un piatto di origini antiche, nato come imitazione di una ricetta destinata ai ricchi.  Il loro nome deriva appunto da un uccello, il beccafico, chiamato così perché amava nutrirsi di fichi maturi. Questi uccelli, bottino di caccia, venivano cucinati interi dopo essere stati farciti e serviti ai nobili siciliani. Le sarde a beccafico nascono nelle cucine del popolo, con i pochi ingredienti che avevano, poveri e semplici. Le sarde venivano pulite e aperte a libro, lasciando la coda e poi farcite con un ripieno di pane, pinoli e uvetta. Arrotolate e sistemate in una teglia una accanto all'altra con la coda all'insù, come gli uccellini. Ancora oggi le sarde a beccafico, vengono cucinate e apprezzate. Molti sono stati gli chef che nel corso degli anni hanno apportato modifiche. Questa che vi proponiamo è la versione dello chef Gianluca Nosari!
Preparazione
Passo 1

Pulite le sarde

Eliminate la testa e le interiora delle sarde, quindi apritele a libretto e diliscatele sotto l'acqua corrente. Asciugatele con un foglio di carta assorbente da cucina.
Passo 2

Aromatizzate il pangrattato

In una padella fate tostare il pangrattato con un filo di olio e l’aglio. Quando il composto sarà ben colorito, togliete gli spicchi di aglio e raccoglietelo in una ciotola, tenendone da parte un po’. Unite i filetti di acciuga, dissalati e tritati, l’uvetta, ammollata in acqua e ben strizzata, i pinoli e il prezzemolo tritato. Salate, pepate e mescolate.
Passo 3

Farcite il pesce

Farcite le sarde con il composto, richiudetele e disponetele l’una accanto all’altra in una pirofila unta di olio. Spremete il limone, filtrate il succo e versatelo in una ciotola. Unite lo zucchero e mescolate per farlo sciogliere.
Passo 4

Completate e infornate

Cospargete le sarde con il pangrattato tenuto da parte, coprite con il succo di limone zuccherato, completate con un filo di olio e qualche foglia di alloro, e infornate a 180 °C per circa 30 minuti. Levate, fate intiepidire e servite.

Dettagli

Tempo

30 minuti

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

In forno

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
1 kg Sarde
150 g Pangrattato
8 Acciughe
50 g Uvetta
50 g Pinoli
25 g Zucchero
1 Succo di limone
2 spicchi Aglio
q.b. Alloro
q.b. Prezzemolo
q.b. Olio extravergine di oliva
q.b. Sale
q.b. Pepe