Fonduta valdostana

Fonduta valdostana

Fonduta Valdostana, da gustare in compagnia

Fonduta Valdostana, facile da preparare ma difficile dimenticarne il gusto

Fonduta Valdostana, un piatto di alto livello

Dalla tradizione tipicamente Alpina ma oggi ancora attuale, conosciuta e consumata ovunque, un piatto tipicamente invernale. Da gustare con gli amici intorno al fuoco, intingendo del pane bruscato con l'apposita forchettina in questa gustosa fonduta, mantenuta alla giusta temperatura e consistenza in una pentola solitamente in ghisa o coccio conosciuta con il nome "caquelon" sopra un fornelletto. In alternativa a questo speciale contenitore potrete utilizzare una comune pentola che usate quotidianamente. Il formaggio che useremo per la nostra ricetta sarà dell'ottima Fontina Valdostana, il nostro ingrediente principale che, unito a latte, burro e farina permetterà la creazione di questa squisita portata. La Fontina Valdostana è ricca di proteine e il suo sapore delicato e dolce ci darà motivo di inzupparci altro pane.
Preparazione
Passo 1
Tagliate la fontina a fette sottili e ricopritela con il latte. Lasciate riposare per 2 ore circa. Mettete sul fuoco un tegame di acciaio dagli angoli smussati. Scolate (conservando il latte) il formaggio, sciogliete il burro e stemperate la farina.
Passo 2
Diluite con il latte e procedete come per una normale besciamella. Unite la fontina, i tuorli uno alla volta e amalgamate per bene sempre a fuoco lento. Quando la fonduta avrà raggiunto la giusta consistenza, impiattate e servite con fette di pane tostate o crostini.

Dettagli

Porzioni

4 persone

Difficoltà

FACILE

Cottura

In tegame

Ingredienti

Regola porzione.
-
4
+
400 g Fontina
200 g Latte
20 g Burro
1 Farina di grano
4 Tuorli
q.b. Pane
q.b. Crostini