Terrina del Pasticciere medievale

Terrina del Pasticciere medievale

Ecco come preparare la buonissima terrina del pasticciere medievale

Una terrina del pasticciere è posizionata su un tagliere

Ecco come preparare la terrina del pasticciere medievale

La terrina del pasticciere medievale è un antipasto dal sapore deciso ed è particolarmente adatto per tutti gli amanti della carne. Questo piatto è capace di fornire un preludio unico ai menù di terra poiché è ricco di ingredienti spiccatamente rustici come il fegato di vitello, che lo rende adatto per essere gustato soprattutto nel periodo invernale. Questo piatto sarà capace di soddisfare i gusti di chiunque e di aggiungere bellezza alla vostra tavola. Infatti la terrina del pasticciere medievale offre molte possibilità nel decorarla, grazie alla sua forma compatta e rettangolare. Questo antipasto oltre a stuzzicare le papille gustative dei propri ospiti ne soddisferà anche l'olfatto grazie al suo aroma intenso che riempirà la stanza di odori. Questa prelibatezza può essere unita anche ad altri tipi di antipasti.

Preparazione
Passo 1
Fate ammollare l’uvetta in un po’ di grappa. Fate fondere metà burro in una casseruola. Aggiungete il fegato, a pezzi, l’alloro, le bacche di ginepro e le cipolle, affettate sottilmente, incoperchiate e fate cuocere a fuoco dolce, senza mescolare, finché il fegato risulterà morbido e cedevole. Levate il coperchio e proseguite la cottura per far asciugare.
Passo 2
Una volta asciutto, fate rosolare per qualche minuto, poi levate dal fuoco, bagnate con un bicchierino di grappa, salate, aggiungete la colla di pesce, ammollata in acqua fredda e ben strizzata, e mezzo bicchiere di acqua calda, e mescolate per stemperare. Rimettete sul fuoco, portate a leggero bollore e completate la cottura per un paio di minuti, mescolando continuamente.
Passo 3
Levate, eliminate le bacche di ginepro e l’alloro, e lasciate riposare per circa 10 minuti. Trasferite il composto nel bicchiere del mixer, profumate con una macinata di pepe e frullate. Unite il rimanente burro ghiacciato, a pezzetti, e frullate ancora. Per ultimo, completate con i pinoli e l’uvetta, strizzata, e mescolate.
Passo 4
Per la pasta brisée: lavorate la farina con il burro, morbido, fino a ottenere un composto "sabbioso". Incorporate 5 g di sale e le uova, sbattute con lo zafferano, e diluite con l’acqua necessaria a ottenere un impasto omogeneo. Formate una palla, avvolgetela con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora.
Passo 5
Trascorso il tempo, stendete la pasta brisée in una sfoglia spessa 1/2 cm e rivestite lo stampo, imburrato e infarinato. Riempite con legumi secchi, mettete in forno già caldo a 180 °C e fate cuocere per circa 15 minuti. Quindi, levate, lasciate intiepidire e togliete i legumi. Farcite la terrina con il composto preparato, livellandolo bene, coprite con un foglio di pellicola trasparente e mettete in frigo per almeno 10-12 ore prima di servire.

Dettagli

Tempo

60 minuti

Porzioni

6 persone

Difficoltà

MEDIO

Cottura

In forno

Ingredienti

Regola porzione.
-
6
+
1 kg Fegato di vitello
1 kg Burro
3 Cipolle bianche
50 g Uvetta
50 g Pinoli
2 Alloro
6 Ginepro
10 Colla di pesce
q.b. Grappa
q.b. Sale
q.b. Pepe
300 g Farina di grano
3 Uova
2 bustine Zafferano