Primavera all'Aperto: il Decalogo del Pic Nic Perfetto

Prepariamoci alla primavera con un pic nic perfetto


Via libera a pic nic all'aperto, per rendere speciale anche una sola giornata, con poco o nulla: basta un prato, un albero, un pò di sole, qualcosa di buono da sgranocchiare, un bel pò di amici simpatici e volenterosi, una palla, cani e bambini... e il gioco è fatto!

Ma ricordate che, se non ci si organizza bene, un pic nic può diventare scomodo e "rovesciare" il nostro umore in un lampo! Niente panico, ecco le 10 regole di Arturo per godervi appieno la vostra scampagnata e trasformare un pranzo all'aperto in un evento memorabile :

Innanzitutto munitevi di un cesto di vimini o una valigetta abbastanza grande, da poter contenere tutte le cose che servono. Preparate piatti veloci, economici, ma soprattutto buoni e facili da mangiare...anche freddi. Vietati i panini ripieni: cuciniamo prodotti freschi, perché all'inizio della primavera il nostro metabolismo è impegnato a fronteggiare nuovi ritmi rispetto all'inverno appena passato e, quindi, pretendete cibi facilmente digeribili.

Sistemate le vostre vettovaglie in contenitori ermetici, disponendoli in ordine inverso di utilizzo: in fondo i dolci e via via fino all'antipasto.

Occhio ai particolari che sembrano inutili, ma in realtà sono alquanto essenziali: qualche telo cerato (contro l'umidità del terreno), un paio di coperte, qualche pareo (che potrà, stile coloniale, proteggerci dal sole o dal vento), un rotolo di spago, un coltellino svizzero, una crema antistaminica (per eventuali, speriamo di no, punture di insetti), sale pepe e olio, un coltello affilato, un piccolo tagliere, tovaglioli di carta, piatti, bicchieri e posate di plastica (meglio se rigidi, perché se trovate un po' di vento... addio tranquillità!).

Usate le borse termiche per conservare a temperatura ideale le bevande, sia calde che fredde: vino, tè e caffè (già zuccherati), acqua e coca cola... c'è n'è per tutti i gusti!
-Non dimenticate di mettere nella cesta dei grandi sacconi di plastica, per buttare via tutta la spazzatura... e guai a chi non rispetta l'ambiente!

Queste le regole di base per una comoda preparazione dei cestini, ora occupiamoci di quelle relative alla "partenza":

Per prima cosa, bisogna scegliere con attenzione il luogo in cui recarsi. Alla tranquillità e al gusto personale devono accompagnarsi anche considerazioni di ordine pratico. Ad esempio, se non amate panini e cibi freddi e avete intenzione di cucinare sul posto, scegliete delle aree attrezzate e munitevi dei necessari accessori da grigliata. Prima di ripartire, poi, accertatevi che il fuoco sia spento e, in caso, contrario, coprite la brace con della terra.

Non allontanatevi troppo da casa:in questo modo, non solo avrete più tempo a disposizione per godervi la giornata, ma potrete spostarvi in bici o con i mezzi di trasporto.

Un rametto di rosmarino e qualche decorazione floreale trasformano un banale pranzo al sacco in un evento originale, e anche divertente.

Regola d'oro: organizzatevi con le giuste compagnie! A conti fatti, sembra un trasloco, ma se ognuno darà il suo contributo, tutto sarà più semplice!

Buon pic nic a tutti!