Neo-mamme: i disturbi post-parto

Finalmente il momento tanto atteso è arrivato: il parto. Dopo nove lunghi mesi di gravidanza (e di pazienza) potete finalmente abbracciare il vostro bambino. Ma la gravidanza si sa, non è mai una passeggiata e alcuni problemi si avvertono anche dopo il parto.  

Sono diverse le conseguenze possibili dopo il parto, che comunque, in più o meno tempo, possono risolversi. Fattori emotivi e psicologici, il ritorno del ciclo mestruale, la ripresa dei rapporti sessuali e il ristabilimento del peso corporeo. Questi sono i principali disturbi post-parto a cui si può andare incontro.

Non c’è bisogno di disperarsi troppo se durante la gravidanza si è perso il peso forma iniziale. La stessa silhouette di prima potete ritrovarla con un’alimentazione sana ed equilibrata, evitando di ricorrere alle classiche diete “fai da te”. Da non dimenticare neanche il fitness. Una corretta e costante attività fisica, infatti, aiuta a riacquistare la linea che abbiamo perso con la gravidanza.

Un’altra circostanza da considerare è la difficoltà di riprendere i rapporti sessuali dopo la gravidanza. Il post partum ovviamente è sempre un momento delicato a causa del dolore o fastidio al perineo causato dall’incisione del medico per far uscire il bambino. Questo è un inconveniente che può essere superato con l’aiuto di un’ostetrica, in grado di insegnarvi gli esercizi più indicati per velocizzare la guarigione.

C’è poi il ritorno del ciclo mestruale, diverso se la mamma allatta al seno o no. Nel primo caso, il ciclo ricomparirà alla fine dell’allattamento, all’incirca un mese dopo. Se la mamma, invece, non allatta al seno, il ciclo potrebbe tornare già tre mesi dopo il parto. Non significa, però, che le neo-mamme non sono fertili in questo particolare momento, perché anche in assenza del ciclo mestruale l’ovulazione potrebbe manifestarsi.

Fattori fisici a parte, anche la parte emotiva e psicologica della neo-mamma potrebbe essere alterata con la gravidanza. È molto diffusa, infatti, una forma di depressione dopo il parto, chiamata baby blues, che colpisce molte donne subito dopo aver avuto un bambino. Stress, agitazioni varie e ansie per il futuro, sono elementi che vanno ad incidere sullo stato d’animo della mamma che, in questo caso, dovrebbe rivolgersi al proprio ginecologo e, all’occorrenza, ad uno psicologo.

A quanto pare le complicazioni in cui si può andare incontro con una gravidanza non si limitano ai nove mesi di gestazione perché possono insorgerne altre anche quando il bambino è nato.

Ma con l’aiuto del proprio ginecologo, l’affetto familiare e la gioia di avere un pargoletto in giro per casa vi faranno superare qualsiasi difficoltà.

Leggi anche:

Bambini: consigli alimentari per l'estate

A dieta da...Lunedì

Dalla dieta Dukan alla dieta Le Forking