Menu di Pasqua Vegetariano

Menu di Pasqua Vegetariano

Ricette per un menu di Pasqua vegetariano

Il pranzo di Pasqua tradizionale prevede piatti a base di agnello, abbacchio o capretto. Impossibile chiaramente proporre un simile menu a chi è vegetariano. Come fare allora per ovviare al problema e preparare un perfetto menu di Pasqua vegetariano?

La soluzione ce la danno ancora una volta gli ortaggi di stagione. Via libera a verdure fresche, che riusciranno brillantemente nel compito all'apparenza arduo di sostituire la carne sulle tavole pasquali.

Qui di seguito troverete una proposta completa per un menu di Pasqua vegetariano.Scoprite, portata dopo portata, quali ricette abbiamo pensato per il vostro pranzo di Pasqua vegetariano.

Menu di Pasqua vegetariano: antipasto

Antipasto Vegetariano di Pasqua: terrina di patate

(antipasto per il pranzo di pasqua vegetariano)

Per iniziare il nostro pranzo di Pasqua vegetariano, niente di meglio di una bella terrina di patate, che porti in tavola tante verdure fresche di stagione. Un antipasto gustoso e colorato, che renderà immediatamente il nostro pranzo allegro e vivace come merita.

Preparazione della terrina di patate

Mondate le verdure e fatele a pezzetti, tenendole separate. Lessate i piselli per una decina di minuti, raccoglieteli con un colino, fateli scolare bene e poi trasferiteli in una ciotola. Fate cuocere i fagiolini per 8 minuti, scolateli e teneteli da parte. Fate lo stesso con le carote. In una ciotola raccogliete i formaggi e amalgamate bene. 

Unite le uova, la panna e il basilico tritato. Aggiungete le verdure lessate e i pomodorini pachino tagliati a metà. Regolate di sale e pepe e mescolate accuratamente. Imburrate una terrina, versate il composto e fate cuocere a bagnomaria in forno già caldo a 150 °C per 30 minuti circa, quindi lasciate raffreddare e poi trasferite in frigorifero. Nel frattempo fate stufare la cipolla tritata finemente, unite i pomodori, tagliati a metà e privati dei semi e dell’acqua di vegetazione.

Regolate di sale e lasciate cuocere per una decina di minuti. A questo punto passate i pomodorini al passaverdura e profumate con il timo. Al momento di servire, togliete la terrina dal frigorifero e fatela a fettine. Condite con il sughetto di pomodoro tiepido e portate in tavola.

Consulta la ricetta completa della terrina di verdure

Menu di Pasqua vegetariano: primo piatto

Primo vegetariano di Pasqua: cannelloni ricotta e asparagi

Come primo piatto serviamo dei cannelloni, piatto tipico insieme alle lasagne del pranzo di Pasqua. Ovviamente la ricetta andrà adattata alle nostre esigenze e resa idonea ad un menu vegetariano: basterà sostituire il classico ragù (molto spesso di agnello) con un ripieno di ricotta e verdure. In questo caso abbiamo pensato di sostituire i classici spinaci con degli asparagi, assai gustosi e raffinati e perfetti per il periodo primaverile.

Preparazione dei cannelloni ricotta e asparagi

Fate la pasta all'uovo, stendetela e sbollentatela nell'acqua salata poi scolatela e mettetela ad asciugare in un telo. Nel frattempo fate cuocere gli asparagi in padella con olio e sale, unite alla ricotta insaporita con il parmigiano e il pepe. Ottenuto il ripieno mettetelo nella sac à poche e quasi all'inizio del bordo della pasta iniziate a stendere il ripieno poi arrotolate la pasta per ottenere i cannelloni, date la grandezza che si vuole e poi gratinateli in forno con besciamella.

Consulta la ricetta completa dei cannelloni di ricotta e asparagi

Menu di Pasqua vegetariano: secondo piatto

Secondo vegetariano di Pasqua: uova al tegamino su carciofi

La seconda portata è quella che mette sempre un po' in crisi i non vegetariani che si ritrovano a dover pensare a un menu per parenti e amici che non mangiano carne. In questo caso però la scelta viene quasi da sé. Cosa c'è di più pasquale delle uova infatti? 

Ecco allora che la scelta per il nostro secondo è pressoché fatta, dobbiamo solo individuare una ricetta gustosa che sia all'altezza del nostro menu. Queste uova al tegamino su carciofi possono fare al caso nostro, che ne dite? Sono squisite e creano un bell'effetto, molto gradevole.

Preparazione delle uova al tegamino su carciofi

Mondate i carciofi e metteteli a bagno nel succo di limone. Tagliate i gambi e teneteli da parte. Eliminate le foglie più dure, spuntate i carciofi, privateli dell’eventuale fieno e torniteli alla base. Scaldate in una casseruola 2-3 cucchiai di olio con lo spicchio di aglio schiacciato, quindi eliminatelo e appoggiate i carciofi con il taglio all’insù, e i gambi. Bagnate con acqua, incoperchiate e fate cuocere per circa 10 minuti. 

Al termine, spolverizzate con un po’ di prezzemolo e mentuccia tritati. Prelevate i carciofi e i loro gambi. Mettete a sgocciolare a testa in giù i primi e tritate i secondi. In una ciotola, unite al trito di gambi del pecorino, altro prezzemolo, mentuccia, 2 cucchiai di pangrattato, salate, pepate e mescolate. Allargate le foglie dei carciofi e copritele con il composto. 

A questo punto infornate i carciofi a 220° C e fate cuocere per 10-15 minuti. Intanto preparate 4 uova al tegamino con una noce di burro, sale e pepe, procedendo 1 uovo alla volta. Sfornate i carciofi e disponete su ciascuno 1 uovo al tegamino.  Spolverizzate con una macinata di pepe e servite, irrorando tutto con il sugo di cottura dei carciofi.

Consulta la ricetta completa delle uova al tegamino su carciofi

Menu di Pasqua Vegetariano: il Dolce

(descrizione)

Dolce per il pranzo di Pasqua vegetariano: pastiera di bulgur

E come dessert? Per quanto riguarda il dolce ovviamente il problema non si pone, ma per restare il linea con le altre portate di questo menu di Pasqua vegetariano abbiamo pensato ad una versione alternativa alla tradizionale pastiera di Pasqua: la pastiera di bulgur. 

Il vegetariano infatti è spesso attento alla bontà degli ingredienti, di sicuro apprezzerà questa versione rivisitata e corretta della classica pastiera, versione che prevede il bulgur al posto del grano cotto e una raffinata decorazione fatta con cioccolato bianco e arancia. Insomma, non il solito dolce da forno un po' rustico, ma un dessert davvero bello da portare in tavola.

Preparazione della pastiera di bulgur

In una terrina unite al bulgur bollito la ricotta di pecora, la scorza di arancia grattugiata e la cannella. Aggiungete lo sciroppo d'acero o il miele. Aggiungete la crema pasticcera e miscelate bene con una frusta. 

Versate il composto nello stampo con la frolla e cuocete in forno a 180° C per 25 minuti. Preparate la meringa al miele, facendo cuocere a 121° C i 200 grammi di miele con l'acqua, versate il liquido bollente sopra gli albumi che stanno montando con i 50 grammi di miele; montate fino a raffreddamento. Guarnite la torta con la meringa italiana al miele fiammeggiata, un disco di cioccolato bianco e spicchi di arance.

Consulta la ricetta completa della pastiera di bulgur