Menu di Pasqua Senza Agnello

Come comporre un menu di Pasqua senza agnello

Ogni anno a Pasqua ci troviamo di fronte alla scelta se portare o meno sulle nostre tavole ricette a base di agnello.

Il menu tradizionale di Pasqua prevede infatti primi e secondi con carne di agnello, abbacchio e capretto. Che sia a causa del valore simbolico o semplicemente di un'abitudine ormai consolidata, ogni regione ha il suo piatto tipico e tutti ruotano attorno a questi ingredienti.
Che fare però se non si vuole ricorrere alla carne di agnello, ma nemmeno piegarsi ad un menu di Pasqua vegetariano? L'impresa non è impossibile. Noi di Alice abbiamo stilato un menu di Pasqua senza agnello con una serie di ricette, tradizionali o innovative, ma tutte gustose e d'effetto che sappiano mettere tutti d'accordo.

Una volta apparecchiata la tavola in maniera impeccabile, come si conviene in un' occasione di festa, possiamo passare alla preparazione delle ricette, portata dopo portata.

Menu di Pasqua senza agnello: antipasto

(descrizione)

Antipasto di Pasqua: asparagi fritti con maionese aromatica

Lessare gli asparagi al dente, scolarli e raffreddarli. Avvolgere ogni asparago con una fetta di formaggio ed una mezza fetta di prosciutto crudo. Infarinare, passare nell’uovo sbattuto e poi nel pane. Friggere in olio ben caldo. Preparare la maionese con le uova, l’aceto, il succo di limone e l’olio di semi, unire le erbe aromatiche e servire con gli asparagi.

Consulta la ricetta completa degli asparagi fritti...

Menu di Pasqua senza agnello: primo piatto

(descrizione)

Primo di Pasqua: lasagne ai carciofi

Pulire i carciofi e metterli a fettine in acqua e limone. Fare un soffrittino con olio, aglio, mentuccia e scalogno; metterci i carciofi, sale e pepe e cuocere coperti per 10 minuti. Intanto preparare una besciamella piuttosto liquida, mettendo al fuoco il latte e aggiungendo la maizena sciolta in acqua fredda, nosce moscata e un pezzettino di burro, sempre mescolando sul fuoco fino a che non si rapprende. Mescolare besciamella e carcofi. Montare le lasagne 5 strati con parmigiano e cuocere in forno a 200° C per 30minuti.

Consulta la ricetta completa delle lasagne ai carciofi...

Pranzo di Pasqua senza agnello: secondo piatto

(descrizione)

Secondo di Pasqua: punta di vitello ai carciofi

Pulire i carciofi e farli a spicchi grossi, passarli in padella con olio, aglio, sale e pepe. Scottare il pane grattato con poco brodo, unire il parmigiano, il prezzemolo tritato, la noce moscata ed impastare bene. Riempire la punta di vitello avendo cura di non riempirla troppo, cucire la fessura e mettere in una teglia con sedano carote e cipolle tutto a pezzi grossi, sale e pepe. Infornare a 180° C. Bagnare la punta di vitello con vino bianco e rigirarla. Togliere la punta dal forno ed avvolgerla nella carta stagnola, frullare il fondo di cottura e scaldarlo bene, servirà a salsare le fette di punta, tagliare la carne a fettine e servirla.

Consulta la ricetta completa della punta di vitello ai carciofi

Pranzo di Pasqua senza agnello: contorno

(descrizione)

Contorno di Pasqua: uova croccanti con cicoria

Lessate le uova per 7 minuti dal momento dell'ebollizione quindi raffreddatele sotto un getto di acqua fredda e tenete da parte. Intanto mondate e lavate la cicoria, lessatela con un filo d'acqua, scolatela, raffreddatela e strizzatela. Scaldate un filo d'olio, schiacciate lo spicchio d'aglio e lasciate insaporire. Unite la cicoria, salate, sfumate con l'aceto e lasciate insaporire. Sgusciate le uova, infarinatele e passatele nel restante uovo battuto leggermente, quindi passatele nei semi e friggetele. Sistemate un nido di cicoria in ognuno dei piatti, disponete al centro un uovo croccante e servite immediatamente.

Consulta la ricetta completa delle uova croccanti con cicoria

Pranzo di Pasqua senza agnello: dolce

(descrizione)

Dolce di Pasqua: colomba tiramisù

Preparate la crema pasticciera: fate bollire il latte con la buccia del limone e la bacca di vaniglia. Nel frattempo lavorate i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e spumoso; unite la farina, amalgamate ancora e versate nel latte bollente filtrato. Fate cuocere fino a quando otterrete una crema ben addensata; versatela su un vassoio, livellatela bene, coprite con un foglio di pellicola trasparente e lasciate raffreddare.

Farcite la colomba: tagliate la colomba in tre nel senso della lunghezza. Aromatizzate la crema pasticciera ormai fredda con 1/2 bicchiere di marsala e poi incorporate la panna montata a neve ben ferma. Preparate una bagna con il caffè e il marsala rimanente. 

Bagnate con la bagna il primo strato di colomba, spalmatevi la crema pasticciera, adagiate sopra un altro strato di colomba e proseguite a realizzare gli strati, terminando con ciuffetti di crema. Spolverizzate con il cacao e trasferite in frigorifero, fino al momento di servire.

Consulta la ricetta completa della colomba tiramisù