Menu della Vigilia di Natale

Cosa c'è di più bello che riunirsi con i propri cari attorno a un tavolo per le feste? Il primo grande appuntamento è senza dubbio quello con la cena della Vigilia di Natale.

I piatti della tradizione sono davvero infiniti, così come anche quelli più insoliti e ricercati. Tradizione vuole che la Vigilia di Natale si mangi "di magro", in realtà niente è più ricco della cena della della Vigilia, che è spesso addirittura più opulenta del pranzo di Natale. Questa scelta di mangiare di magro in effetti si traduce semplicemente in un menu a base di pesce. 

Vediamo allora quali portate scegliere, dall'antipasto al dolce, per portare in tavola un menu della Vigilia di Natale perfetto, che tenga d'occhio la tradizione, coniugandola però con scelte raffinate e d'effetto.

Antipasto Vigilia di Natale



Antipasto per la cena della Vigilia di Natale: ostriche al lardo gratinate


Iniziamo alla grande con un antipasto molto gustoso e molto, molto raffinato che dia la cifra di quello che sarà il menu per la vostra cena della Vigilia. Portiamo in tavola come entrée delle ostriche al lardo, un po' diverse da quelle classiche servite semplicemente crude e condite con il succo di limone. Vedrete la vostra cena inizierà con il piede giusto!

Preparazione delle ostriche al lardo


Aprite le ostriche, estraete i molluschi e teneteli da parte. Sciacquate accuratamente le valve. Tagliate a metà i pomodorini, sbollentateli, pelateli e tagliateli a dadini piccoli, quindi fate cuocere qualche minuto con un filo d'olio e regolate di sale. Avvolgete ogni mollusco in una fettina di lardo, metteteli nelle valve pulite e completate con la dadolatina di pomodoro, insaporite con un pizzico di paprika e spolverizzate con parmigiano. Fate gratinate sotto il grill per una decina di minuti, quindi servite.

La ricetta completa delle ostriche al lardo

Primo Vigilia di Natale




 

Primo piatto per la cena della Vigilia di Natale: caccavelle ripiene alla ricciola


E passiamo finalmente al primo, che sicuramente dovrà essere ugualmente di pesce. Diamo però un tocco originale alla nostra portata, giochiamo un po' con il formato della pasta e inseriamo nel menu per la nostra cena della Vigilia di Natale una pasta formato extra large: le caccavelle ripiene alla ricciola. Semplice da preparare e di grande effetto, questo primo piatto riscuoterà di sicuro grande successo.

Preparazione delle caccavelle di pesce


Mondate e tagliate a dadini carota, sedano e cipolla, quindi fate soffriggere in padella con un po' d'olio. Tagliate a cubotti anche la ricciola, unitela al soffritto e lasciate insaporire, quindi fate sfumare con il vino. Aggiungete i pomodori, schiacciateli con la forchetta e proseguite la cottura per mezz'ora. Regolate di sale, pepe e profumate con al maggiorana. Lessate le caccavelle in acqua salata, scolatele al dente, riempitele con il ragù preparate e servite con un filo di olio a crudo e prezzemolo.

La ricetta completa delle caccavelle ripiene alla ricciola

Secondo Vigilia di Natale



Secondo piatto per la cena della Vigilia di Natale: baccalà gratinato al pane di prezzemolo


Per quanto riguarda il secondo, abbiamo pensato di proporvi una ricetta a base di baccalà, il grande protagonista dei menu di Natale. 

Anche in questo caso però la tradizione viene rivisitata con una nota fresca ed ecco che il solito baccalà arrosto diventa un colorato e invitante filetto di baccalà gratinato al pane di prezzemolo con salsa all'aglio. In poco tempo e con poco impegno avrete trasformato il vostro secondo piatto per la cena della Vigilia di Natale in una portata davvero unica.

Preparazione del baccalà gratinato


Ricavate dai filetti di baccalà delle scaloppe, ungete una teglia e unite il rosmarino. Frullate il pane con il prezzemolo, impanate il baccalà, mettete le scaloppe nella teglia e infornate per 7 minuti circa. Preparate la salsa: fate cuocere l'aglio in camicia in forno, pelatelo, frullate al mixer con la panna e un filo d'olio. Servite il pesce con la salsa all'aglio.

La ricetta completa del filetto di baccalà gratinato al pane di prezzemolo

Contorno Vigilia Natale



Contorno per la cena della Vigilia di Natale: ratatouille di verdure e frittini di patate


Per il contorno abbiamo pensato a due proposte, una più ghiotta l'altra più leggera, da inserire anche insieme nel menu per la cena della Vigilia di Natale. Che ne dite di una bella ratatouille di verdure al forno per accompagnare il nostro filetto di baccalà? Per fare anche una piccola concessione alla gola, aggiungiamo dei frittini di patate, saranno di sicuro molto graditi a grandi e piccini.

Preparazione della ratatouille di verdure


Mondate e tagliate a spicchi tutte le verdure, quindi inseritele tutte in una casseruola da forno e cospargete con qualche rametto di rosmarino, sale e pepe nero. Irrorare con un po' d'olio e scuotete la casseruola per rivestire bene le verdure. Infornate per 30-40 minuti, scuotendo la casseruola ogni 10 minuti per staccare le verdure dal fondo e farle rosolorare uniformemente. Togliete dal forno e cospargete con origano fresco, quindi servite.

La ricetta completa della ratatouille di verdure al forno

Preparazione dei frittini di patate


Lessate le patate intere e con la buccia. Appena cotte, sbucciatele, passatele allo schiacciapatate e fatele cadere sulla spianatoia. Aggiungete farina, noce moscata, sale, pepe e uovo. Impastate ben bene, formate delle palline poi dei rotolini. Tagliateli e curvateli per formare delle mezze lune oppure degli alberelli. Versate abbondante olio in una padella e friggete le frittelline, quindi servitele sia calde che fredde.

Dolce Vigilia di Natale



Dolce per la cena della Vigilia di Natale: profiterole


E per il gran finale un dolce davvero magnifico, capace di rendere memorabile il vostro menu per la cena della Vigilia di Natale. Portare in tavola come dessert questo magnifico profiterole di Natale firmato Luca Montersino, lascerete parenti e amici a bocca aperta.

Preparazione del profiterole di Natale


Preparate i classici bignè o compratene di già pronti. Per il ripieno: unite la gelatina ammollata alla crema pasticciera e mescolate. Aggiungete la panna montata, quindi farcite con la crema ottenuta i bignè. Per la glassa: portate a bollore il latte, unite lo zucchero, il destrosio, il cacao e fate sciogliere. Riportare a bollore mescolando in continuazione. Togliete dal fuoco e unite prima il cioccolato fondente tritato, poi la panna liquida. Aggiungete la crema pasticciera, profumate con il rum e amalgamate. Tuffate uno a uno i bignè nella glassa, quindi formate su un'alzatina il classico profiterole. Con la pasta di zucchero potete realizzare le decorazioni per guarnirlo.