Il menù per bambini dai 12 ai 36 mesi

Dai 12 ai 36 mesi il bambino entra in un periodo decisivo epr il suo sviluppo. Impara a camminare e a mangiare da solo, esprime in modo sempre più chiaro i suoi gusti, ride se qualcosa lodiverte, capisce il rapporto di causa-effetto: per lui inizia una fase di maggiore indipendenza.
In questa fase, quindi, inizierà a fare scelte più autonome anche nei confronti degli alimenti e non sempre sarà attratto da quelli più adeguati ai suoi fabbisogni nutrizionali. Alle mamme non rimane allora che offrirgli le soluzioni alimentari più corrette a lui, interpretando però quello che è il suo gusto e rispettando i suoi ritmi.

Regole per una buona educazione alimentare

- È bene abituare i bambini ad avere orari precisi, suddividendo l'assunzione degli alimenti in 4-5 pasti: prima colazione, spuntino a metà mattina, pranzo, merenda e cena.
- Cercate di non abituarlo al consumo di alimenti al di fuori dei pasti principali.
- Non promettetegli caramelle e biscottini se fa il bravo oper tranquillizzarlo quando fa i capricci.
- Rispettate i suoi ritmi: non c'è da preoccuparsi se non mangia sempre tutto. Non proponete poi alimenti nuovi quando è agitato o stanco.
- Limitate l'aggiunta di sale e di zucchero per non abituarlo a sapori troppo salati o troppo dolci. Moderate l'uso delle spezie.
- Evitate i fritti, date invece la preferenza a metodi di cottura più semplici che rendono i cibi più digeribili.
- Rispettate le preferenze, non pretendete che gli piaccia un cibo solo perché ritenete gli faccia bene o perché piace a voi.

Consigli per una dieta varia ed equilibrata

In questa fase i bambini hanno ancora bisogni nutrizionali specifici, anche se la loro alimentazione diventa sempre più simile a quella degli adulti. gestire questo periodo di transizione non è difficile, basta seguire alcune semplici regole.
Cercate di variare il più possibile il loro menù, seguendo alcuni accorgimenti che garantiscano una buona base nutrizionale. Aiutateli a superare la loro avversione per determinati alimenti e, nello stesso tempo, assecondateli nelle loro preferenze se non esistono controindicazioni.

A tavola con i grandi

Cercate sempre di far partecipare i vostri bambini ai pasti della famiglia, appena se ne presenterà l'occasione. Sarà un'esperienza stimolante: potrà guardare mamma, papà e i fratellini alle prese con coltelli e forchette e imparare ad usarle. A proposito, è bene ricordare che è proprio questo il momento giusto per impostare anche una dieta corretta ed equilibrata: le buone abitudini sono contagiose e stare a tavola con i grandi può essere d'aiuto per trasmettergli questo buon esempio.

Le ricette formato 12 mesi (e oltre)

Fish pie
Borlotti con fregola
Pappa in rosa
Crumble al rabarbaro