Dieta vegetariana in gravidanza

La dieta vegetariana è un modo perfetto per mantenersi in forma. Ma, è il tipo di alimentazione adeguato anche per le donne incinte? Si, se si seguono una serie di precauzioni volte a prevenire possibili carenze che farebbero male sia a se stesse che al proprio bambino.

Se decidi di seguire una dieta vegetariana in questo momento particolare della tua vita, segui queste preziose regole di Arturo, e scopri come "trovare le altre" proteine necessarie alla sana crescita del nascituro.

Le 10 regole della gestante vegetariana:

1- Varia il più possibile l'alimentazione per poter assumere tutte le sostanze necessarie. Questa regola "universale" deve essere seguita specialmente nel caso delle diete vegetariane.
2- Scegli la frutta e la verdure fresche di stagione, perchè conservano meglio o loro nutrienti (per esempio, la vitamina C).
3- Consuma tutti i giorni grandi quantità di verdura e insalata a foglia verde, poichè questi alimenti contengono grandi quantità di vitamina C.
4- Mangia la verdura cotta al vapore. Numerose vitamine delle verdure scompaiono durante la cottura e si disperdono nell'acqua. Il vapore è il metodo di elaborazione assolutamente più adatto e che meno altera i nutrienti dei cibi.
5- Scegli i legumi secchi: sono più ricchi di vitamine, rispetto a quelli freschi o congelati.
6- Combina l'olio d'oliva con la salsa di soiao di sesamo come condimento: sono gli alimenti naturali che contengono più proteine e vitamine.
7- Cerca i cereali arricchiti e con forte contenuto vitaminico. Questo tipo di alimenti possiede quei nutrienti di cui spesso è carente la nostra dieta, come per esempio la vitamina B o il ferro.
8- Aggiungi alle insalate legumi germinati. Le piante appena radicate si trasformano in importanti concentrati vitaminici.
9- Sì alla frutta secca. Pistacchi, mandorle o noci apportano vitamina B, zinco e ferro.
10- Puoi integrare la tua dieta con il lievito di birra, ricco di vitamina B12.

Non dimenticare inoltre di incrementare la tua dieta vegetariana con il consumo di uova e latte, per garantire l'ingestione di proteine, calcio, ferro e vitamine del gruppo B. Queste sono sostante a dir poco "indispensabili" per la salute della mamma e per quello del suo bambino. Perciò, anche se sei una "vegetariana veterana", assicurati sempre un corretto apporto proteico.