Aiuto, cellulite in gravidanza: cosa fare?

Il nemico di tutte le donne? Non ci sono dubbi: la cellulite! Quando si è in gravidanza, poi, la cellulite nei punti critici si accentua e la corsa alle creme da usare non sempre è sufficiente.

Purtroppo molte creme anticellulite contengono delle sostanze che non possono essere assimilate dall’organismo perché pericolose: i principi attivi dei cosmetici che vengono assorbiti possono essere dannosi per il feto, a cui giungono attraverso il sangue.

Vi consigliamo, però, di dare un’occhiata tra i prodotti omeopatici (magari con il consiglio di un farmacista) o in erboristeria dove è possibile trovare un’ampia scelta di creme naturali e adatte al vostro problema. Non scoraggiatevi, esistono, poi, alcuni prodotti anticellulite pensati apposta per voi. Ma soprattutto, appena dopo il parto, il nostro consiglio è ricominciare ad usare le opportune creme con costanza, almeno in cicli di 1-2 mesi più volte all’anno.

In realtà però, cosmetici a parte, c’è un rimedio che non ha eguali in efficacia ed evidenza: il massaggio. A partire dal quarto mese potete rivolgervi ad un’estetista esperta per iniziare un ciclo di trattamenti linfodrenanti (come ad esempio la mesoterapia o gli ultrasuoni), che facendo delle pressioni sui nodi linfatici sciolgono gli accumuli adiposi e riattivano la circolazione.

Eh si, perché la temutissima cellulite è nient’altro che un problema di circolazione. In gravidanza, poi, il peso del pancione, la tempesta ormonale tipica del periodo gestionale e la vita sedentaria comune a tutte le donne negli ultimi mesi della gestazione, non fanno altro che accentuare le difficoltà circolatorie. Si accumulano così tossine fino a provocare la formazione di noduli, i classici e fastidiosi gonfiori.

Le creme anticellulite o i massaggi drenanti, però, non sono tutto. È chiaro, anche noi dobbiamo fare la nostra parte con semplici provvedimenti da prendere per combattere la cellulite.

- Una dieta equilibrata non solo per noi ma anche per il feto è un ottimo punto di partenza. Le tossine e le scorie accumulate sono una conseguenza della cellulite. Come prima cosa, dunque, è opportuno seguire una dieta sana e povera di grassi, che prevede un consumo regolare di carni (meglio se bianche), pesce, verdure grigliate o comunque poco condite, cereali integrali e frutta.

- Un occhio particolare ai latticini per cui è bene non esagerare, ad alcuni zuccheri e soprattutto al sale poiché facilitano la ritenzione di liquidi. Proprio per aiutare a sciogliere i grassi e ad eliminare le tossine, per chi soffre di cellulite, è fondamentale bere tanta acqua, preferibilmente se povera di sodio, in grado di combattere la ritenzione idrica.

Vi consigliamo di avere sempre a portata di mano, a casa o in ufficio, 1 o meglio ancora 2 bottiglie d’acqua, da bere durante la giornata.

- Punto a sfavore della cellulite è il movimento. Una corretta attività fisica in gravidanza è l’ideale per contrastare gli effetti della cellulite ed è, inoltre, utilissima non solo per il vostro organismo ma anche per il feto. La cyclette, lunghe passeggiate nel parco, lo yoga o i semplici esercizi di aerobica sono una mano santa per sentirvi bene e tenervi in forma anche durante la gravidanza.

Il nostro consiglio è di armarvi di pazienza e un po’ di spirito di sacrificio per vivere la vostra gravidanza nel migliore dei modi per voi ma anche per il vostro bambino. Vedrete, la vostra bellezza saprà darvi le giuste soddisfazioni.

Per saperne di più sui consigli da seguire in gravidanza, cliccate nel link in basso:

 http://www.arturotv.tv/donne-arturo/cucina-per-mamme