Terrarancia a Vico del Gargano

Arance, elisir d'amore

Inserito tra i Borghi più belli d'Italia, Vico del Gargano, in provincia di Foggia sorge su una zona collinare che permette di godere del magnifico paesaggio del Parco Nazionale del Gargano. La sua posizione strategica, la ricchezza delle grotte marine, le bellissime coste balneabili rendono il territorio meta di diversi tipi di turismo. La sua origine è antica, come dimostrano alcuni reperti legati ad insediamenti preistorici e resti di una necropoli dell'età del ferro ritrovati sul Monte Tabor.

(descrizione)

Vico del Gargano si basa su un'economia prettamente agricola, su un prodotto genuino che insieme a storia, cultura e tradizione diventano gli ingredienti principali della gastronomia locale: paposcia, orecchiette, capretto, zuppa di pesce e insalata di arance caratterizzano le tavole garganiche. La costa ricca di uliveti e agrumeti avvolge il territorio con i suoi terrazzamenti. Il binomio Gargano e agrumi è un legame presente già dal 1600, quando per difendere gli agrumeti dai venti freddi marini vennero piantate alberi di lecci e alloro, e quando la figura di San Valentino, Santo Patrono, venne riconosciuto come protettore degli agrumi.

(descrizione)

Soprannominato "il paese dell'amore", Vico del Gargano festeggia il suo patrono San Valentino, colorando il paese di agrumi e affidando al Santo Protettore i raccolti di questo frutto. La storia narra che bevendo il succo o mangiando le arance del Gargano, si possa coronare il sogno d'amore. È da questa antica leggenda e dal binomio tra borgo e San Valentino che nasce la festa Terrarancia che si inserisce nella cornice della festa patronale arricchendola con importanti iniziative. I visitatori potranno gustare non solo arance, ma anche tutte le specialità enogastronomiche del territorio, partecipare a convegni, laboratori del gusto e provando l'efficacia dell' "elisir d'amore".