Sagra delle Ciliegie a Raiano

Raiano è un paesino in provincia dell'Aquila, situato nel cuore dell'Abruzzo e caratterizzato da un centro storico impreziosito da numerosi portali di pietra decorati, utilizzati per abbellire sia gli edifici signorili che quelli più umili. Raiano rappresenta una meta ideale per gli amanti della natura e del relax grazie alla vicinanza con la riserva naturale delle Gole di San Venanzio e alle Terme di Ovidio.

(descrizione)

Il paese di Raiano, insieme al territorio di Giuliano Teatino, è noto per la produzione delle ciliegie la cui coltivazione si è estesa a partire dal 1950. Per una decina di anni, l'utilizzo di queste ciliegie era destinato al settore dolciario, ma in seguito la coltura è stata riconvertita in una varietà destinata al consumo fresco.

Con il suo inconfondibile colore rosso, la ciliegia è il simbolo della primavera, ricca di vitamine A e C, potassio e fosforo. Marmellate, torte, crostate, ciliegie sciroppate, utilizzate nei risotti o come base di liquori, la ciliegia diventa l'ingrediente principale di moltissime ricette ma irresistibile è mangiarle fresche.

(descrizione)

Raiano celebra il gustoso frutto rosso con la Sagra delle Ciliegie o conosciuta anche come la Maggiolata. La primissima sagra delle ciliegie a Raiano si ebbe nel 1946 in concomitanza con la festa di San Venanzio, patrono del paese, ma dopo alcuni anni diventò una ricorrenza autonoma, arricchendosi con sfilate di carri allegorici, con costumi abruzzesi tradizionali e con gruppi folcloristici.

Stand gastronomici, spettacoli, intrattenimento, escursioni e sfilata di carri allegorici animeranno la kermesse, attirando i tanti visitatori giunti a Raiano per assaggiare le deliziose ciliegie abruzzesi.