Sagra della Zipola a Narbolia

Narbolia, piccola località in provincia di Oristano, sorge al confine tra il Campidano di Oristano e il massiccio del Montiferru. Caratterizzata da un territorio paesaggistico vario che va dalle rocce vulcaniche del Monte Rassu alla zona pianeggiante di Cadreas fino ad arrivare al mare con le splendide dune e spiagge dorate e la famosa pineta Is Arenas. Narbolia è una cittadina ricca di tradizioni con un centro storico che si distingue per le sue case in basalto su cui sono dipinti murales raffiguranti scene tradizionali legate all'agricoltura e pastorizia. Terra ricca di Nuraghi, le tipiche costruzioni sarde coniche in pietra e di testimonianze romane.

(descrizione)

La varietà del suo territorio, rende Narbolia ricca di pascoli per l'allevamento di ovini e bovini, e di terreni coltivati a cereali, ortaggi, frutta e pregiati vini da abbinare con i piatti tipici della tradizione narboliese, come fregola al pomodoro, malloreddus con sugo a base di carne, culunzones, fagioli con pancetta, carne alla brace e altro ancora. Molti sono anche i dolci tipici di Narbolia, legati soprattutto alle cerimonie, come i papassini per il periodo di Ognissanti, is pardulas e amarettus per Pasqua, i mustazzolus per battesimi, matrimoni e feste patronali e la zipola per carnevale.

(descrizione)

Ed è proprio a quest'ultimo gustoso dolce tipico della tradizione carnevalesca sarda che Narbolia dedica i festeggiamenti, organizzando la Sagra della Zipola. La Zipola è un dolce fritto a forma di cerchio a base di farina, lievito, acqua e zucchero; il termine deriva dal latino "serpula" ossia serpentello e a rendere speciale questa delizia sono le abilissime mani delle zipolaie di Narbolia che faranno degustare a tutti i visitatori la dolcezza di questa prelibatezza il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino locale. Un'occasione per gustare non solo dolce ma anche musica folcloristica, tradizioni, piatti tipici e abiti sardi tradizionali.