Sagra della Polpetta di Maruggiu a Sant'Agata di Esaro

Le polpette di pane di mais si vestono a festa

Sant'Agata di Esaro, in provincia di Cosenza, è un piccolo centro montano dell'entroterra calabrese. Sorge su una rupe inserita nel massiccio del Pollino, circondato dall'Appennino Calabrese e sovrasta il fiume Esaro. Il borgo è legato alla devozione della Santa catanese, Sant'Agata, trasportata dai monaci bizantini in questi luoghi per sfuggire alla dominazione musulmana in Sicilia.

Le risorse del territorio sono strettamente legate al castagno che rappresenta una fonte di economia locale, sia per la produzione di legna sia per i suoi frutti. Passeggiando per il piccolo borgo si rimane incantati dalle botteghe artigianali e dai prodotti realizzati dai maestri falegnami, famosi in passato in tutta la Calabria. Sant'Agata di Esaro offre ai suoi visitatori tradizioni, arte, natura e gastronomia. Colori e sapori che il turista può assaporare e ammirare durante la Sagra della Polpetta di Maruggiu

(Sant'Agata di Esaro, pane di mais)

Sant'Agata di Esaro è una terra ricca di sapori, tanti e tutti diversi tra loro, grazie ai quali è possibile conoscere le tradizioni e la storia di questo affascinante luogo incastonato nel verde della natura. La località è conosciuta nel territorio calabrese per le sue antiche ricette gastronomiche, per la cucina genuina e casareccia. Gustosi e saporiti piatti santagatesi che è possibile gustare nei diversi ristoranti, trattorie e agriturismi.

Gli amanti della buona cucina sapranno sicuramente apprezzare le prelibate polpette di maruggiu a cui è dedicata la Sagra della Polpetta di Maruggiu a Sant'Agata di Esaro. Un piatto tipico locale, saporito, realizzato con l'alta qualità del pane di granturco a cui si unisce carne di suino, pecorino, uova e prezzemolo. Le polpette di maruggiu vengono cotte in abbondante sugo e assaporate con una fetta di pane di mais. Una ricetta nata sicuramente come piatto di recupero e che rappresenta un must della cucina santagatese.

(Sagra della polpetta di maruggiu)

Nella prima settimana di febbraio Sant'Agata di Esaro si veste a festa e apre le porte alla gastronomia, folklore, musica e sfilate per festeggiare la Sagra della Polpetta di Maruggiu del maiale e del cinghiale. Il piatto della domenica, delle tavole delle feste, delle gite fuori porta diventa l'occasione per rivivere le tradizioni di Sant'Agata di Esaro, la sua gastronomia e il suo territorio.

Il centro storico si anima di stand gastronomici, prelibatezze locali, musica e sfilate in maschera. Profumi e allegria accolgono turisti e visitatori e li accompagnano alla scoperta delle tradizioni. Cosa state aspettando? La Sagra della Polpetta di Maruggiu a Sant'Agata di Esaro vi aspetta.