Sagra della Polenta o Polentara a San Costanzo

Un piccolo borgo fortificato e la sua tradizione centenaria

San Costanzo è un piccolo borgo fortificato in provincia di Pesaro Urbino, situato nel cuore del Montefeltro, in un territorio verdeggiante. Un paese ricco di cultura, storia e tradizione, le cui origini sono da attribuire all'epoca romana intorno all'VIII o VII secolo a.C., anche se le prime testimonianze risalgono alla presenza dei Malatesta e alla costruzione delle mura castellane che lo hanno trasformato in una bellissima roccaforte feudale.

Prima del VI secolo la località era conosciuta con il nome di Monte Campanaro, poi divenuta San Costanzo a seguito della reliquia del Santo conservata oggi nella Collegiata, il più importante edificio religioso del comune. Durante un tour della cittadina, sicuramente da non perdere è una visita al Teatro storico della Concordia, al Palazzo Cassi e alla Chiesa di Sant'Agostino.

San Costanzo ha molto da offrire ai suoi visitatori attraverso il suo antico castello, le mura e i torrioni, testimonianze di una parte di storia e di contese tra famiglie signorili. Il grande bagaglio culturale di San Costanzo si arricchisce anche di tradizioni locali e folclore, presenti nei tanti eventi organizzati. Tra questi vi è la centenaria Sagra della Polenta o Polentara che ogni anno anima nel mese di marzo San Costanzo e viene poi replicata anche a luglio.

Sagra della Polenta: il sapore buono delle Marche

(Polentara di San Costanzo)

San Costanzo vanta una buona posizione geografica, sulle colline tra la Valle del Cesano e la Valle del Metauro, grazie alla quale si produce un ottimo olio extravergine di oliva e pregiati vini come il Bianchello del Metauro e il Sangiovese dei Colli Pesaresi. Come gran parte del territorio marchigiano, anche a San Costanzo la tradizione norcina è ben solida e molto sviluppata soprattutto per la produzione di ottimi salumi, della porchetta di maiale di Urbino e del ciauscolo.

Un percorso di sapori, un viaggio tra tradizione e storia è sicuramente offerto dalla sagra più antica delle Marche, la centenaria Sagra della Polenta conosciuta anche come Polentara. La festa che avvolge il borgo di San Costanzo ha origine fin dall'800, quando alla fine del Carnevale, i nobili di Pesaro e Fano, facevano preparare lunghe tavolate di polenta nella piazza davanti al Teatro della Concordia. La tradizionale pietanza veniva servita scondita e offerta anche alle classi meno agiate. Una tradizione che nel corso degli anni fu mantenuta anche se non sempre a cadenza annuale.

La Polentara dal 1900 non si è più spenta

(Sagra della Polenta di San Costanzo)

Nel 1900 un gruppo di carrettieri decisero di riprendere il rito della festa della polenta servita con sugo di maiale per gustare i prodotti del territorio e godere di un'allegra e genuina atmosfera. La Sagra della Polenta o Polentara è organizzata oggi dalla Pro Loco, in collaborazione con il Comune, al fine di promuovere i sapori genuini del territorio, le tradizioni e la storia di San Costanzo e la bellezza paesaggistica e architettonica del borgo.

I maestri polentari provenienti da tutta Italia si uniscono per cimentarsi nella preparazione di grandi quantitativi di polenta di mais da servire a tutti i visitatori. Una prelibatezza condita con i sughi della tradizione: merluzzo, mortadella, aringa o ragù. L'evento è organizzato ogni anno a marzo nella domenica di quaresima e replicato in estate a luglio. Sin dal primo pomeriggio si da avvio all'accensione dei fuochi per cucinare la polenta nei tipici cotti. La Sagra della Polenta è un appuntamento fisso molto sentito da tutta la popolazione.

Per coloro che non amano la polenta, non preoccupatevi perchè la Sagra della Polenta mette a disposizione tutto il meglio dei suoi piatti tipici: pappardelle all'anatra, tagliolini con la fava, trippa e naturalmente vino e birra locale. Una giornata all'insegna del gusto, della tradizione il tutto accompagnato da tanta musica e allegria. L'organizzazione mette a disposizione un ampio parcheggio e servizio di bus navetta gratuiti.

Informazioni utili

DOVE

Piazza Perticari - San Costanzo

QUANDO

Domenica 24 marzo 2019

In caso di maltempo l'evento è rinviato a domenica 31 marzo

ORARIO

dalle ore 14.00

INGRESSO

gratuito

Come arrivare

In Auto

Prendere l'autostrada A14 e uscire a Marotta. Proseguire per San Costanzo

In Treno

La stazione ferroviaria di riferimento è quella di Fano. Proseguire per San Costanzo attraverso il servizio bus della società Adriabus, linea 72.

In Aereo

L'aeroporto di riferimento è quello di Ancona-Falconara Raffaello Sanzio, distante 33 km da San Costanzo.

Imposta il navigatore e calcola il percorso per arrivare a San Costanzo.